Ancora un passo in avanti dell’Aeroporto di Perugia

Dal prossimo luglio la British Airways collegherà Sant’Egisio con Heathrow

La notizia è davvero importante: per tre giorni a settimana, dal prossimo due luglio, vi sarà il collegamento diretto tra l’Aeroporto San Francesco d’Assisi e lo scalo londinese di Heathrow, che è un hub di valore mondiale. Sarà la British Airways ad operare il collegamento che durerà per sino alla fine del mese di agosto. Una sorta di “prova” per verificare l’economicità della tratta messa in campo dalla aereolinea inglese, il che non esclude che poi possa anche continuare. Le frequenze settimanali saranno tre ed operate ogni lunedi, giovedì e sabato con un Airbus a 321 da 210 posti.
Le tariffe partono da 60 € a tratta ed i voli sono già vendibili in tutti i sistemi ed online.
Il Presidente della SASE SpA Ernesto Cesaretti ha commentato: “British Airways si aggiunge ad altri importanti brand quali Alitalia, Transavia/KLM e Ryanair che hanno scelto di volare da e per lo scalo umbro. E’ per tutta la Regione una importante notizia che permette di offrire attraverso l’hub di Londra molte destinazioni intercontinentali in coincidenza, ed in arrivo di altrettanti passeggeri stranieri da tutto il mondo”
Il direttore generale dello scalo di Perugia Umberto Solimeno ha aggiunto: “Sperare di avere collegamenti su Heathrow era qualcosa di praticamente impossibile perché da tempo lo scalo è congestionato. Lavoravamo da un anno con la British Airways e questo esperimento è solo un punto di partenza per ulteriori sviluppi che speriamo, anche in base alla risposta del territorio, possano essere forieri di ulteriori incrementi”.

Marcello Guerrieri

Esercita la professione di giornalista da oltre trent’anni: ha esordito con la cronaca locale per la redazione ternana de il Messaggero, per la quale ha anche curato, per un lungo periodo, pure gli aspetti sindacali ed economici delle aziende della provincia di Terni. Collabora tuttora col giornale romano. Ha seguito sin dall’inizio, l’evoluzione dei nuovi media, curando numerosi siti come quello di “Terninrete”