Laser ad Holmio per il trattamento chirurgico dell’ipertrofia prostatica benigna (IPB)

A Villa Igea: interventi mini-invasivi e ad alta tecnologia.

Villa Igea

L’ipertrofia prostatica benigna (IPB) oggi può essere curata con la minore invasività possibile e con altissima tecnologia. Quali sono gli alleati per poter ottenere un risultato del genere? “Il laser, che ad oggi rappresenta il gold standard per il trattamento chirurgico dellIPB. L’Unità Operativa di Urologia Robotica e Mini-invasiva di Villa Igea ad Ancona diretta dal Dr. Angelo Cafarelli, centro affiliato UrOP (Urologia Ospedalità Gestione Privata), che da circa 3 anni è entrata a far parte del gruppo Policlinico Abano Terme è un centro con una delle più vaste esperienze in Italia nell’utilizzo di questa particolare tecnologia. Il Laser ad Holmio da 120 W permette di effettuare l’intervento di Holep (Holmium Laser Enucleation of Prostate). Questo tipo di laser, associato alla tecnica chirurgica, permette interventi su “ogni tipo di adenoma prostatico”, anche di grandi dimensioni.

L’intervento si effettua “endoscopicamente” ovvero senza taglio e quindi senza cicatrici. Attraverso uno strumento che viene introdotto nel canale urinario si effettua l’enucleazione completa dell’adenoma prostatico, e contestualmente si procede alla “morcellazione” dello stesso, ovvero lo sminuzzamento e aspirazione della parte di prostata rimossa. Il potere coagulativo del laser permette inoltre la coagulazione anche delle micro-strutture vascolari, azzerando le perdite ematiche e permettendo tempi di degenza e cateterizzazione di massimo 48 h, risultando così per il paziente un decorso post operatorio breve e poco doloroso.

Redazione

Corriere dell’Economia è il portale informativo che ospita articoli di interesse settoriale e territoriale per operatori economici, enti e istituzioni che desiderano comunicare ai loro pubblici i contenuti inerenti la propria attività e organizzazione.