Contributi per chi risparmia energia da parte della Regione Umbria.

Trenta per cento di incentivo per le grandi aziende che sale al cinquanta per quelle piccole.

Contributi sostanziosi per chi opera un risparmio energetico: dal trenta per cento alle grandi imprese al cinquanta per cento a quelle piccole. È questo, in estrema sintesi il succo del bando pubblicato dalla Regione dell’Umbria proprio alla fine dell’anno 2017. Lo ha spiegato dettagliatamente l’assessore allo Sviluppo Economico, Fabio Paparelli, precisando che l’avviso pubblico è stato emanato in coerenza con la strategia “Europa 2020”, nell’ambito del Programma operativo regionale Fesr (Fondo europeo di sviluppo regionale) 2014-2020 dell’Umbria in attuazione dell’azione Azione 4.1.1 che prevede il sostegno alle imprese che realizzano investimenti volti al risparmio energetico ed utili alle riduzioni delle emissioni climalteranti.
“L’avviso – spiega l’assessore Paparelli – scadrà il prossimo sette febbraio 2018, mentre l’invio delle domande di ammissione potrà essere effettuato a partire dalle ore 10 del 24 gennaio 2018 e fino alle ore 12 del 7 febbraio 2018. Lo strumento è finalizzato, in particolare, ad incentivare gli interventi di riduzione dei consumi elettrici e termici attraverso l’utilizzo di tecnologie a basso consumo e ad alta efficienza e l’autoproduzione di energia da fonti rinnovabili ed è rivolto alle piccole, medie e grandi imprese extra-agricole. La dotazione finanziaria dell’avviso è di 1 milione e mezzo di euro”.
Il bando è stato pubblicato nel Supplemento ordinario n. 4 al Bollettino Ufficiale della Regione Umbria

Marcello Guerrieri

Esercita la professione di giornalista da oltre trent’anni: ha esordito con la cronaca locale per la redazione ternana de il Messaggero, per la quale ha anche curato, per un lungo periodo, pure gli aspetti sindacali ed economici delle aziende della provincia di Terni. Collabora tuttora col giornale romano. Ha seguito sin dall’inizio, l’evoluzione dei nuovi media, curando numerosi siti come quello di “Terninrete”