Settanta anni della costituzione: convegno domani all’Ateneo di Perugia

Si svolgerà al Dipartimento Scienze politiche

L’occasione è di quelle importanti come il festeggiamento dei primi settanta anni della Costituzione Italiana. Il convegno che è stato organizzato in suo onore è intitolato ““Fondata sul lavoro. Attualità della Costituzione nella crisi della globalizzazione”. L’incontro è previsto per domani (19 gennaio) nell’ Aula 1 del Dipartimento di Scienze Politiche, alle ore 15.30

I lavori, presieduti da Giuseppe Severini, Presidente di Sezione del Consiglio di Stato, saranno aperti dagli indirizzi di saluto di Ambrogio Santambrogio, Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli studi di Perugia.

La riflessione sull’attualità della carta costituzionale muoverà dai risultati di studi oramai consolidati e inizierà con l’intervento di Benedetto Ponti, Professore associato di diritto amministrativo dell’Ateneo e promotore del convegno, sul tema “Genesi e sostanza della Costituzione nella normatività del suo modello economico (la “democrazia necessaria”)”. Seguiranno Luciano Barra Caracciolo, Presidente di Sezione del Consiglio di Stato “Il conflitto inevitabile tra Costituzione e vincolo esterno: l’abrogazione de facto del fondamento lavoristico (non revisionabile)”, Cesare Pozzi, Ordinario di Economia applicata – Luiss “Guido Carli” di Roma “Le proiezioni del paradigma economico della Costituzione nelle politiche economiche e industriali per affrontare la crisi attuale”, Francesco Maimone, Avvocato e studioso di Diritto costituzionale “Il conflitto tra Costituzione e Trattati rispetto alla effettività dei diritti fondamentali della persona”.

 

Marcello Guerrieri

Esercita la professione di giornalista da oltre trent’anni: ha esordito con la cronaca locale per la redazione ternana de il Messaggero, per la quale ha anche curato, per un lungo periodo, pure gli aspetti sindacali ed economici delle aziende della provincia di Terni. Collabora tuttora col giornale romano. Ha seguito sin dall’inizio, l’evoluzione dei nuovi media, curando numerosi siti come quello di “Terninrete”