Lavoro Perugia: Camera di Commercio, in crescita nel primo trimestre (+2,5%)

I dati del Sistema Excelsior registrano un calo nel primo mese rispetto a gennaio 2018. Le imprese nel 36% dei casi hanno difficoltà a trovare personale adatto

Nella provincia di Perugia sono previsti 4.310 nuovi posti di lavoro nel mese di gennaio (-510 rispetto a gennaio 2018) e 11.090 nel primo trimestre dell’anno (+280 rispetto al gennaio-marzo 2018).  Questo rilevato dal Sistema Excelsior, i cui dati sono stati diffusi dalla Camera di Commercio di Perugia.
“Le imprese perugine – sottolinea il presidente della Camera di Commercio di Perugia, Giorgio Mencaroni – creano occupazione e a fronte di una flessione congiunturale accusata nel primo mese dell’anno (-10% sul 2018, ndr), riescono a invertire la tendenza nel I trimestre del 2019, con un risultato che supera del 2,5% quello del I trimestre 2018. Tuttavia si tratta in prevalenza di lavoro temporaneo, segno del perdurare di una condizione di difficoltà economica che non fa decollare la nostra economia”.

Soltanto il 24% delle assunzioni effettuate a gennaio sono a tempo indeterminato e di apprendistato, mentre il 76% riguarda contratti a tempo determinato o altri contratti a durata predefinita. I contratti a tempo indeterminato sono in crescita di 3 punti rispetto a gennaio 2018, ma in calo di 5 punti rispetto a dicembre 2018.

Il 23% delle nuove entrate riguarderà profili high skill (dirigenti, specialisti, tecnici), in crescita sebbene il dato sia inferiore alla media nazionale del 26%, il 14% personale laureato e il 30% giovani under 30.
Le imprese in 36 casi su 100 hanno difficoltà a trovare personale adatto alle loro necessità, in particolare per quanto riguarda tecnici in campo informatico, ingegneristico e della produzione; operai specializzati e conduttori di impianti nelle industrie tessili, abbigliamento, calzature; tecnici della Sanità, dei servizi sociali e dell’istruzione.
Il settore che assorbirà il maggior numero di nuove assunzioni è quello dei servizi (56%), mentre in 67 casi su 100 i nuovi lavori saranno creati da pmi con meno di 50 dipendenti.

Laura Proietti

Giornalista professionista, ho lavorato per carta stampata (quotidiani e settimanali), agenzie di stampa e siti internet. Ho esplorato la produzione della notizia in ogni sua sfaccettatura: come reporter e come addetta stampa. Ho spaziato nei settori più diversi: dalla cronaca all’enogastronomia, dalla politica all’economia, con un occhio particolare allo sport.