Musica solidale: Quartetto Viotti l’11 maggio all’ospedale di Perugia

Alle 11 esibizione gratuita nella cappella del Santa Maria della Misericordia, promossa dalla Struttura complessa di Radioterapia oncologica

Anche la musica può dare sollievo, talvolta, ed è per questo che l’associazione Donatori di musica, la rete di musicisti, medici e volontari nata nel 2009, continua a portarla all’interno dei reparti ospedalieri. Il prossimo appuntamento è venerdì 11 maggio alle 16, nella cappella dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia.

Il concerto di solidarietà è promosso dalla Struttura complessa di Radioterapia oncologica, diretta dalla professoressa Cynthia Aristei, in collaborazione con gli Amici della Radioterapia oncologica (Aronc) onlus di Perugia e la Fondazione Perugia musica classica onlus. A esibirsi sarà il Quartetto Viotti composto da Stefano Parrino al flauto, Francesco Parrino al violino, Luca Ranieri alla viola e Maria Cecilia Berioli al violoncello. Nato dal felice incontro tra due consolidate realtà artistiche come l’Umbria Ensemble e il duo Parrino, il Quartetto Viotti ha già effettuato una tournée in Ecuador e diversi concerti in importanti festival italiani. Il 2018 lo vedrà impegnato in giro per il mondo tra concerti in Sudamerica, Spagna, Germania e Svizzera.

“Nata nel 2009 dall’idea di un primario e di un paziente musicista – spiegano gli ideatori – Donatori di musica si avvale dell’appassionata partecipazione del tutto gratuita di musicisti di grande valore. Ogni concerto è dedicato a chi nel reparto vive, pazienti, medici, infermieri, parenti e volontari, e rappresenta l’occasione per vivere tutti insieme quelle emozioni uniche che solo la grande musica dal vivo sa dare”. Il concerto è a ingresso libero.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.