Aeroporto di Perugia: Sase, il 31 gennaio il successore di Farabbi

Il Cda sceglierà il nuovo direttore. A quanto pare, sui 19 curricula inviati alla Società che gestisce lo scalo, ne sarebbero rimasti solo due

Nel Consiglio d’Amministrazione del prossimo 31 gennaio la Sase, la Società che gestisce l’aeroporto di Perugia, scioglierà le riserve su chi sarà il successore di Piervittorio Farabbi, ex direttore dello scalo umbro andato a dirigere la Sacal, la società aeroportuale calabrese.

Sono arrivati 19 curricula alla Sase, sottoposte a selezione fino ad averne soltanto due. La Società offre un contratto a tempo indeterminato da 90 mila euro lordi annui, con un periodo di prova di sei mesi. Chi succederà a Farabbi dovrà avere almeno cinque anni di esperienza pregressa, come dirigente di società private o pubbliche del settore del trasporto aereo.

Nei colloqui finali, si terrà conto anche della “dimostrabile competenza in tema di negoziazione per sviluppo network con vettori legacy e low cost nazionali e internazionali”. Altre caratteristiche indispensabili sono “specifica esperienza acquisita presso aziende operanti quali gestori aeroportuali, risultati conseguiti negli incarichi ricoperti in precedenza, con riferimento alla valutazione del conseguimento degli obiettivi assegnati e la conoscenza acquisita relativamente alla gestione di aziende a partecipazione pubblico – privata, nonché alle norme e procedimenti che ne governano le attività”.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.