Fatturazioni elettroniche per i privati: il servizio della Camera di Commercio di Perugia

Dal 1° luglio del 2018 scatta l'obbligo anche per i privati e l'ente camerale perugino offre gratuitamente assistenza in tutte le fasi

Tre anni dopo l’entrata in vigore della fatturazione elettronica nei rapporti con la Pubblica Amministrazione, arriva l’obbligatorietà anche per i privati. Dal 1° luglio del 2018, l’obbligo scatterà per le cessioni di benzina e gasolio per motori e per le prestazioni di subappaltatori nel contratto di appalti pubblici; dal 1° gennaio del 2019, la fatturazione elettronica diverrà obbligatoria per tutti gli scambi commerciali B2B (Business to Business) tra imprese e anche professionisti.

In provincia di Perugia, sono 73 mila le aziende iscritte al Registro delle Imprese e dunque interessate alla novità. La Camera di Commercio di Perugia, con la collaborazione di Infocamere, si è mossa con anticipo, istituendo un servizio di assistenza per le imprese in tutte le fasi di compilazione online, invio e conservazione delle fatture digitali.

Giorgio Mencaroni, presidente della Camera di Commercio di Perugia, dice: “Il servizio per le imprese è gratuito, indipendentemente dal numero delle fatture emesse, non solo verso la Pubblica Amministrazione, ma anche tra imprese”. Negli ultimi tre anni, il sistema camerale ha garantito alle aziende assistenza sempre all’altezza. Da marzo 2015 a oggi, 1.141 imprese della provincia di Perugia hanno scelto di utilizzare la piattaforma della Camera di Commercio, per un totale di 12.119 fatture elettroniche emesse. A usufruire dei vantaggi in particolare le imprese di piccole dimensioni.

Ricorda Mencaroni: “Il servizio di fatturazione elettronica è un ulteriore passo avanti per semplificare nel concreto la vita delle imprese attraverso la digitalizzazione. Il digitale rappresenta una delle funzioni innovative affidate alle Camere di Commercio dalla recente riforma del sistema camerale e su questa strada ci stiamo impegnando per supportare i principali progetti nazionali, dall’Agenda Digitale Italiana al Piano Imprese 4.0”.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.