Paolo Crepet fa il tutto esaurito a Perugia

Lezione dello psichiatra agli studenti del liceo artistico 'Bernardino di Betto': tanti gli aneddoti raccontati tra l'entusiasmo generale

Tutto esaurito e grande partecipazione alla lezione di Paolo Crepet per i ragazzi del liceo artistico ‘Bernardino di Betto’ di Perugia. Oltre a chi era materialmente al teatro di Rebecca di via Canali, i ragazzi delle classi secondo e terze hanno potuto seguire l’incontro in streaming nella vicina sede della scuola.

Alla lezione dello psichiatra Crepet hanno partecipato pure artisti e persone di cultura. Crepet li ha ripagati parlando della sua visione del mondo, della cultura, dell’educazione, dell’evoluzione civile e antropologica della società. Tanti gli aneddoti, parlando a braccio. La parabola di Sigmund Fredut sul pescatore che perde e poi, inaspettatamente, ritrova le sue perle.

Ha spaziato Crepet, non dimenticando neanche di citare Casanova: “Erotismo è salire le scale”. Ossia: l’attesa del desiderio è il valore aggiunto dell’amore. Esempi presi anche dal mondo dell’arte e portati sul palco del teatro: “Arte è rischio. È credere in quello che si fa, senza adagiarsi sulla comoda pigrizia dello scontato che non genera nulla”.

Poliedrico Crepet, ha anche scherzato parecchio con gli studenti, ricordando che i primi della classe oggi sono i suoi primi clienti dello studio psichiatrico. I ragazzi hanno voluto sapere, hanno chiesto, hanno letto e si sono entusiasmati per la lezione di Crepet, molto diversa da quelle ascoltate ogni giorno in classe.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.