Borsa di studio ‘Damiano per l’Ematologia’ assegnata a Martina Ferrante

La ricercatrice neo laureata sarà premiata sabato 13 gennaio alle 17 all'Ordine dei medici di Terni, Andrà poi a lavorare a Torino

E’ la ricercatrice Martina Ferrante ad aggiudicarsi la borsa di studio di 20 mila euro messa in palio dall’associazione ‘Damiano per l’Ematologia’ di Terni. Andrà a svolgere il suo lavoro nel laboratorio del dipartimento di biotecnologie molecolari e scienze della salute dell’Università di Torino.

Martina Ferrante sta lavorando alla messa a punto di una tecnica di diagnosi precoce della malattia minima residua, attraverso la tecnologia biomolecolare, in grado di valutare la recidiva dopo le terapie e scovare casi apparentemente guariti. In questo modo, si potrà intervenire prima che la malattia si ripresenti in modo irrisolvibile.

La borsa di studio verrà consegnata sabato 13 gennaio, alle ore 17, nella sede dell’Ordine provinciale dei medici di Terni. È finanziata dall’otto per mille della Chiesa Valdese. La onlus ‘Damiano per l’Ematologia’ è nata in ricordo di due bimbi di Terni scomparsi: Damiano per anemia aplastica e Giovanni per neoplasia cerebrale. Le famiglie avevano fatto sapere di voler contribuire a migliorare le possibilità di cura di queste malattie con borse di studio per giovani laureati in discipline biomediche che volessero provare a cimentarsi, con progetti precisi, in campo ematologico e oncologico pediatrico.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.