Imprese sarde volano a Las Vegas

Sono sette le start up sarde che parteciperanno al CES Las Vegas, l'evento mondiale dedicato all'hi-tech

Las Vegas

La Sardegna che vola a Las Vegas per l’edizione 2018 del CES, l’evento mondiale dedicato all’hi-tech, un record lo ha già stabilito: è la regione italiana con il numero più alto di start up innovative presenti alla manifestazione. Su un totale di 40 imprese, che dal 9 al 12 gennaio saranno ospitate in uno spazio esclusivo dedicato ai prodotti tecnologicamente avanzati, le start up isolane selezionate dagli organizzatori sono ben 7 (inizialmente erano otto, ma una ha rinunciato alla vigilia della partenza).

Sul palcoscenico del CES, che quest’anno ospita quasi 4 mila espositori, si appresta a salire una ‘squadra’ compatta di giovani imprenditori sardi, ognuno con i propri dispositivi e i propri progetti. Rappresentano l’avanguardia di un settore che è cresciuto in questi anni.

Se si guarda, infatti, alla Relazione Annuale al Parlamento sullo stato d’attuazione e l’impatto delle policy a sostegno di startup e PMI innovative presentato dal Ministro Calenda a giugno di quest’anno, la Sardegna è al 15° posto nella classifica delle regioni italiane per peso percentuale delle startup innovative sul totale nazionale e al 12° per incidenza startup innovative sul totale delle società di capitali attive.

È al 17° posto nella classifica delle regioni italiane per numero di startup in ambito energetico, con 17 start up su 1.115 nazionali.

In riferimento a Smart&Start Italia, il programma di finanza agevolata diretto alle startup innovative di tutta Italia gestito da Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, la Sardegna con 40 domande presentate e quasi 20 milioni di euro richiesti, rappresenta il 3% su base nazionale.

Il rapporto 2017 dell’Osservatorio del Politecnico di Milano propone un’analisi sugli investitori nell’equity crowdfunding italiano dalla quale risulta che oltre il 20% degli investitori persona fisica è residente in Lombardia. Seguono le Marche, con il 13%, e la Sardegna, con il 9,5%.

La Regione Sardegna punta a rafforzare la crescita delle start up costituitesi negli ultimi anni tramite le numerose iniziative di promozione all’estero intraprese in questi ultimi anni. Dopo l’organizzazione, in collaborazione con ICE Agenzia, del Forum ICT Sardinia, iniziativa tenutasi nell’ambito di Sinnova nell’ottobre 2016, dove sono stati promossi incontri B2B tra investitori internazionali selezionati provenienti da 20 Paesi e 70 aziende ICT sarde, di cui circa un terzo startup innovative, e dopo la missione a Singapore e Los Angeles a novembre 2017, le 7 start up isolane saranno a Las Vegas grazie al Programma di Internazionalizzazione, varato dalla Giunta Pigliaru ed elaborato e gestito dall’Assessorato dell’Industria.

Il Programma ha messo in campo oltre 16 milioni di euro per consentire alle imprese sarde, con un focus specifico su quelle dell’ICT e dell’agroalimentare, di aprirsi ai mercati esteri e attrarre nuovi investitori.

A queste risorse si sono aggiunte quelle che, annualmente, sono destinate all’organizzazione di missioni all’estero, sempre in collaborazione con ICE Agenzia. A partire, inoltre da fine 2017, le imprese sarde possono inoltre partecipare alle iniziative organizzate all’interno del Piano Export Sud II gestito da ICE, in collaborazione con la Regione.

Delle 7 start up che andranno a Las Vegas, quattro sono di Cagliari, due di Sassari e una di Lanusei. Autentico, società cagliaritana che produce software, presenterà un sistema innovativo di etichettatura certificata anti frode.

Veranu, start up già vincitrice di numerosi premi, porta negli USA la mattonella che produce energia. Un albero tecnologico in grado di sfruttare l’energia del sole e trasformare l’aria in acqua è invece il prodotto ideato dalla start up ogliastrina Life Tree.

Bautiful Box, prodotto dalla Bautiful di Cagliari, è il prodotto grazie al quale è possibile controllare e intrattenere da remoto gli animali domestici.

Il monitoraggio e la cura a distanza delle piante da appartamento sono invece il punto di forza del dispositivo creato dalla sassarese Lifely. Non può mancare un prodotto di realtà aumentata, in questo caso Brave Potions, che permette ai bambini di vincere la ‘paura’ dei medici. Infine, la start up sassarese Cube Controls che presenterà a Las Vegas una linea innovativa di joystick per giochi elettronici.

Redazione

Corriere dell’Economia è il portale informativo che ospita articoli di interesse settoriale e territoriale per operatori economici, enti e istituzioni che desiderano comunicare ai loro pubblici i contenuti inerenti la propria attività e organizzazione.