Umbria Jazz 2018: il 20 luglio ci sarà David Byrne

Fondatore dei Talking Heads, ha vinto l'Oscar per la colonna sonora dell'Ultimo Imperatore. Dal 2002 è nella Rock & Roll Hall of Fame

Ha vinto un Oscar e un Golden Globe, nel 1988, per la migliore colonna sonora de ‘L’ultimo imperatore’, e due David di Donatello nel 2012. David Byrne sarà ospite di Umbria Jazz il 20 luglio del 2018. Stiamo parlando del fondatore dei Talking Heads (1974) e del creatore della Luaka Bop, di un produttore discografico, fotografo, regista, autore e musicista. Nel 2002 è entrato nella Rock & Roll Hall of Fame.

Byrne è americano di origini scozzesi e ancora oggi continua a esporre visual art. Un artista a tutto tondo, poliedrico. Tra le sue opere più recenti, ci sono ‘Joan of Arc: Into the Fire’, rivisitazione teatrale della storia di Giovanna D’Arco; ‘The Institute Presents: Neurosociety’, una serie di installazione interattive create in collaborazione con PACE Arts + Technology; ‘Contemporary Color’, ispirato al folk americano; ‘Here Lies Love’, produzione teatrale di 22 composizioni realizzate in collaborazione con Fatboy Slim sulla vita di Imelda Marcos.

Byrne ha anche scritto un libro, ‘How Music Works’, tradotto pure in italiano, uno studio su storia, esperienza, aspetti sociali e tecnologici della musica. Oltre che fondatore dei Talking Heads, band della new wave americana, Byrne ha avuto pure esperienze da soliste nel 1981, collaborando con Brian Eno, Ryuichi Sakamoto, St. Vincent. Con l’eticjetta Luaka Bop hanno inciso Los De Abajo, Atomic Bomb Band, Jim White e Os Mutantes.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.