Perugia accende le luminarie di Natale

Rinviata al 12 dicembre la passeggiata del funambolo, a 40 metri d'altezza, a causa delle forti raffiche di vento

Puntuali, l’8 dicembre, sono state accese le luminarie natalizie a Perugia. Si tratta di 30 mila punti luce dal costo di 30 milioni di euro. Rinviata al 12 dicembre la passeggiata a 40 metri d’altezza del funambolo Andrea Loreni, a causa delle forte raffiche di vento. Avrebbe dovuto essere lui a inaugurare l’accensione e a dare il via ai festeggiamenti natalizi con il suo spettacolo.

Il funambolo avrebbe dovuto compiere una passeggiata su un filo del tetto del Duomo fino alla torre del Palazzo dei Priori. Poco male per i perugini che hanno cominciato, loro sì, a passeggiare sotto le nuove luci natalizie per corso Vannucci e non solo. Le luminarie, infatti, in questo 2017 illuminano pure quartieri e periferie della città.

Ottantadue nuovi punti luce sono stati installati in piazza IV Novembre a valorizzare la Fontana Maggiore, la Cattedrale di San Lorenzo, Palazzo dei Priori, le statue del Grifo e del Leone e il prospetto frontale su corso Vannucci. Nuova luce pure per le statue dei Santi Patroni collocate sopra al portale e le logge di Palazzo dei Priori, e di Fortebraccio, con accento luminoso alla Pietra della Giustizia.

E’ stata Citelum Sa a vincere la gara Consip Luce 3. All’impresa è stata data quindi la possibilità di illuminare la città per Natale, ma non solo. Il ceo, Raffaele Bonardi, spiega: “Abbiamo creduto molto in Perugia e abbiamo avviato questo percorso che porterà alla trasformazione nei prossimi tre anni della città di Perugia”.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.