Umbria biobank: il congresso di Perugia

Studiosi ed esperti si sono dati appuntamento per affrontare tutti i problemi della creazione di una biobanca nazionale

Perugia ha ospitato il congresso internazionale ‘Biobanche nell’era della Medicina personalizzata: Obiettivi e sfide – Innovazione del sistema salute in Umbria’, organizzato dal Centro d’Eccellenza Jean Monnet ‘ Righst and Science’, coordinato da Roberto Cippitani, e dalla Struttura complessa di Anatomia e Istologia Patologica dell’Azienda ospedaliera di Perugia e dell’Università degli Studi di Perugia, diretta da Angelo Sidoni.

Nel capoluogo umbro si sono dati appuntamento studiosi ed esperti del settore per analizzare aspetti medici e giuridici legati alla nascita e alla gestione di una biobanca. L’evento infatti contestuale al progetto per la creazione della prima biobanca umbra, da cui operatori sanitari e pazienti potranno ricavare informazioni e dati sulle principali malattie umane, con l’obiettivo di sviluppare nuove terapie.

Il progetto Umbria biobank recentemente è stato sottoposto all’attenzione della Regione Umbria, dell’Università di Perugia e degli imprenditori. E’ stata oggi il centro del congresso, una sorta di rassegna di tutte le problematiche etico-giuridiche, scientifiche, organizzative e autorizzative da affrontare e superare per istituire una biobanca nazionale e sostenibile nel tempo.

I lavori sono stati aperti dal rettore Franco Moriconi, poi ci sono stati i saluti dell’assessore all’Innovazione e all’Agenda Digitale della Regione Umbria Antonio Bartolini, del direttore generale dell’Azienda ospedaliera Emilio Duca e del direttore del Dipartimento di Medicina sperimentale, Vincenzo Talesa. Ha partecipato anche la dottoressa Snejina Nikolova, rappresentante dell’Eacea (Agenzia esecutiva della Commissione europea), che ha dato supporto fondamentale all’istituzione del Centro di Eccellenza Jean Monnet ‘Rights and Science’ presso l’Università di Perugia.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.