Rifiuti indifferenziati: Auri annuncia soluzione ponte

Criticità affrontata con soluzione ponte: "Per stabilizzare il problema serve l'accordo con la Regione Marche"

Il presidente dell’Autorità umbra per rifiuti e idrico (Auri), Cristian Betti, racconta di una criticità: “In questi giorni abbiamo dovuto affrontare l’ennesima situazione difficile, derivante dalla difficoltà nel reperire impianti di trattamento della frazione umida di sottovaglio prodotta dall’impianto di Ponte Rio, per la quale abbiamo trovato una soluzione ponte che, a partire dal prossimo lunedì 30 ottobre, consentirà il ritorno alla normalità. Questo in attesa della sottoscrizione degli accordi con la Regione Marche, che ci daranno la possibilità di accedere agli impianti di Fermo e di Ascoli Piceno”.

Betti sta monitorando costantemente la situazione del ciclo di gestione dei rifiuti dell’ex Ati 2, oggi Sub ambito 2 dell’Auri. Ed è in stretto contatto con la struttura tecnica dell’Autotità di ambito: “Il servizio di raccolta non è mai stato interrotto totalmente, pur rallentando in alcune aree, generando preoccupazione e disagi. In tutti i Comuni che conferiscono in questo impianto si sono avuti rallentamenti nella raccolta del rifiuto indifferenziato, che non hanno invece riguardato la raccolta differenziata. Tale criticità troverà una soluzione stabile con la sottoscrizione degli accordi con la Regione Marche, ancora in fase di definizione”.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.