Piatti tipici: alla scoperta del Monte Baldo

Dal 12 ottobre al 12 novembre a San Zeno di Montagna cinque menù degustazione con castagne, vino Bardolino e formaggio Monte Veronese

Un mese per scoprire i prodotti tipici del territorio baldese. E’ quanto propone la rassegna ‘San Zeno Castagne, Bardolino & Monte Veronese’ organizzata per il 20esimo anno a San Zeno di Montagna (Verona) da giovedì 12 ottobre a domenica 12 novembre.

I protagonisti dei menù degustazione proposti dai ristoranti aderenti all’iniziativa (Al Cacciatore, Bellavista, Costabella, Sole, Taverna Kus) sono proprio loro: le castagne, il vino Bardolino e il formaggio Monte Veronese (formaggio dop tipico del Monte Baldo dei territori della Lessinia e della fascia collinare prealpina veronese). Tra i piatti proposti spiccano il minestrone di marroni dop; le castagne abbinate alla carne o alla zucchina tonda per i vegetariani; il Monte Veronese presentato a scaglie, in salsa abbinato all’orzotto o in accostamento alla polenta di castagne. Castagne grandi protagoniste anche tra i dolci: vengono proposte come base per un semifreddo di castagne e cioccolato, una bavarese di castagne e una cheesecake al marron glacé e pistacchi.

Il tutto accompagnato dal Bardolino, vino dal colore rosso rubino che ha un sapore delicato e fruttato, con note di ciliegia, marasca, fragola e spezie.

I prezzi dei menù vanno dai 35 ai 48 euro, nei quali è compresa anche una bottiglia di Bardolino ogni due persone. I locali aderenti alla manifestazione offrono anche la possibilità di pernottare (tranne la Taverna Kus).

‘San Zeno Castagne, Bardolino & Monte Veronese’ è promossa dall’associazione ristoratori con la collaborazione del Consorzio di tutela del Bardolino, del Consorzio di tutela del formaggio Monte Veronese, del Consorzio di promozione turistica Lago di Garda Veneto e il sostegno del Banco BPM.

Laura Proietti

Giornalista professionista, ho lavorato per carta stampata (quotidiani e settimanali), agenzie di stampa e siti internet. Ho esplorato la produzione della notizia in ogni sua sfaccettatura: come reporter e come addetta stampa. Ho spaziato nei settori più diversi: dalla cronaca all’enogastronomia, dalla politica all’economia, con un occhio particolare allo sport.