Dottori commercialisti di Terni: convegno sulla Deontologia professionale

Nella sede ternana si sono alternati sul palco presidente e vice presidente dell'Ordine e numero uno della Commissione disciplinare

Oltre 150 i partecipanti al convegno organizzato dai dottori commercialisti ed esperti contabili di Terni venerdì 27 gennaio. Si è parlato di ‘Deontologia professionale, formazione e sistema sanzionatorio’. Sul palco, si sono alternati il presidente, il vice presidente e il numero uno della Commissione disciplinare dell’Ordine provinciale, rispettivamente Carmelo Campagna, Giorgio Norcia e Bruno Bartolucci. E’ stato osservato anche un minuto di silenzio in memoria di Alessandro Riccetti e delle vittime dell’hotel di Rigopiano: “Non si tratta di un gesto formale, ma per esprimere la vicinanza di tutti i commercialisti alla famiglia per un episodio che ha scosso la cittadinanza”.

Il primo ha posto l’accento sulle novità del Codice deontologico: “Dotarsi di regole deontologiche sempre più stringenti e aggiornate garantisce ancor più la qualità delle prestazioni professionali”. Norcia ha riassunto poi gli eventi messi in cantiere per permettere agli iscritti all’Ordine di fare formazione continua. Tra le novità al vaglio del Consiglio di Terni, la modalità di fruizione dei corsi attraverso l’e-learning con rilevamento biometrico, la possibilità di partecipare a corsi di lingua inglese.

Bruno Bartolucci ha parlato del nuovo Codice delle sanzioni disciplinari, approvato dal Consiglio nazionale dei dottori commercialisti ed esperti contabili (Cndcec), su “disposizioni generali su natura e tipologie delle sanzioni da considerare nella valutazione delle fattispecie, oltre a ulteriori disposizioni relative alle sanzioni da comminare in corrispondenza di specifiche condotte in violazione delle norme deontologiche”.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.