Cultua, online il bando che sostiene teatri, librerie, cinema verdi e digitali

Il bando Teatri, Librerie e Cinema VERDI E DIGITALI è pensato per favorire gli investimenti di cinema, teatri e librerie indipendenti nelle nuove tecnologie digitali e nei processi di efficientamento energetico

teatri

Online il bando che sostiene con contributi a fondo perduto fino a 100 mila euro gli investimenti green (ristrutturazioni con diagnosi energetica) e digitali di Cinema, Teatri e Librerie Indipendenti. Un’azione nata con l’obiettivo di sostenere i luoghi della cultura di fronte alle sfide dell’innovazione imposte dal nuovo contesto economico e tecnologico.

Il bando Teatri, Librerie e Cinema VERDI E DIGITALI è pensato per favorire gli investimenti di cinema, teatri e librerie indipendenti nelle nuove tecnologie digitali e nei processi di efficientamento energetico. L’obiettivo è rafforzare la competitività di queste realtà, favorendo un’attività più rispettosa dell’ambiente e l’adozione di tecnologie digitali in grado anche di ampliare e migliorare l’esperienza dei consumatori. Il bando è rivolto alle Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) e ai liberi professionisti che siano gestori o titolari di sale cinematografiche, teatri e librerie indipendenti.

Prevista una dotazione finanziaria di 3 milioni di euro. di cui 2 milioni saranno destinati a investimenti in tecnologie digitali (come l’acquisto di attrezzature, software, strumentazione digitale; acquisizione di brevetti, know-how; acquisti di servizi erogati in modalità cloud computing e Software as a Service; consulenza specialistica, ecc.) e 1 milione sugli investimenti per l’efficienza energetica (ad esempio, studi di fattibilità e diagnosi energetiche; progettazione; redazione piani di sicurezza e collaudo; acquisizione di brevetti e know-how; opere murarie e impianti; certificazione energetica, ecc.). Le risorse complessive saranno così ripartire: 1 milione ai teatri, 1 milione alle librerie indipendenti e 1 milione alle sale cinematografiche.

“Stiamo lavorando per rafforzare la competitività dei teatri, delle librerie indipendenti e dei cinema del Lazio. Un impegno che deve passare da attività e azioni che rispettino l’ambiente e dall’adozione delle più aggiornate tecnologie digitali. Vogliamo che la nostra Regione diventi sempre più terrà fertile per chi lavora con la cultura sostenendo e incoraggiando i tanti operatori del settore”, parole del Capo di Gabinetto, Albino Ruberti.

Giulia Spalletta