Alessandro Trinci (PT): “Ecco il sapore autentico della tradizione culinaria all’italiana”

Alessandro Trinci, titolare del Ristorante Alessandro di Pistoia, ci parla della sua idea di cucina, che non deve mai allontanarsi dalle basi tradizionali come accade nei ‘ristoranti di nuova generazione’, ma lasciarsi solo la libertà di rivisitarsi con gusto

alessandro trinci

Sempre più frequentemente siamo soliti sentir parlare di cucina di ultima generazione, che arriva a sfidare il gusto realizzando piatti unici nel loro genere, assai distanti dalla tradizione culinaria all’italiana. Ma non tutti sono amanti di questo tipo di cucina e lo sa bene Alessandro Trinci, titolare dell’omonimo ristorante di Pistoia, da sempre amante della cucina tradizionale.

“La mia concezione di cucina – racconta Alessandro Trinci – è completamente diversa da quella che spesso la moda degli ultimi anni ci porta a considerare come tale. Da sempre sono un amante della cucina tradizionale da intendersi, però, come una cucina capace sì di innovarsi ma sempre nel solco delle più classiche preparazioni di base”.

La tipologia di cucina scelta da Alessandro Trinci, che è anche quella adottata nel suo ristorante di Pistoia, è assai lontana dagli artifici contemporanei, così come dall’utilizzo di coloranti naturali ed estratti che coprono il sapore autentico degli ingredienti.

“Nella mia filosofia di cucina se gli ingredienti primari sono di alta qualità non hanno bisogno di essere coperti con altri sapori, anzi meritano di essere valorizzati ed esaltati con abbinamenti non standardizzati. Per questo motivo tra le nostre preparazioni è possibile trovare piatti di alta qualità, che permettono un sapore più genuino e meno ‘industrializzato’”.

L’omologazione dei sapori non è davvero una prerogativa del Ristorante Alessandro di Pistoia, dove la tradizione è riproposta anche con le dovute rivisitazioni: “nel mio locale ‘rustico’ ma improntato a uno stile moderno, il gusto la fa davvero da padrone. Per questo motivo realizziamo piatti con ingredienti principali di alto livello, rivisitando alcune ricette della tradizione: per esempio facciamo pasta fresca con passata di frutti di bosco, una tradizione delle montagne che viene accompagnata con sugo di selvaggina. Ma ci dilettiamo anche nel variare la tradizionale pasta fresca cotta nel vino, inserendo lo stesso nell’impasto e procedendo con una cottura in acqua”.

Non resta che prenotare un tavolo nel Ristorante Alessandro di Pistoia e assaporare il gusto autentico della tradizionale cucina casereccia, fresca e genuina.

Redazione

Corriere dell’Economia è il portale informativo che ospita articoli di interesse settoriale e territoriale per operatori economici, enti e istituzioni che desiderano comunicare ai loro pubblici i contenuti inerenti la propria attività e organizzazione.