A Novara di Sicilia per un argine alle frane

E' stata finanziata la progettazione esecutiva relativa a due interventi contro le frane a Novara di Sicilia

novara di sicilia

«Interveniamo per mettere in sicurezza il centro storico di Novara di Sicilia, nel Messinese, dopo le frane degli ultimi anni». Così il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, alla guida dell’Ufficio contro il dissesto idrogeologico nell’Isola.

E’ stata infatti finanziata, con poco più di centomila euro, la progettazione esecutiva relativa a due interventi: il primo riguarda la zona a ridosso di via Benedetto Croce, teatro di frequenti frane che ne hanno causato la chiusura al traffico veicolare per alcuni mesi; il secondo prevede il consolidamento del costone roccioso in contrada Roccazza (frazione di San Basilio), con il ripristino della viabilità in via Aspromonte e la messa in sicurezza delle abitazioni vicine.

Il progetto esecutivo, che riunisce le due opere e che verrà elaborato a seguito dei servizi di ingegneria e delle indagini geologiche e geotecniche, eliminerà il rischio idrogeologico in entrambe le aree che hanno una classificazione R4, ossia ad elevata pericolosità. I lavori consisteranno nella regimentazione dei corsi d’acqua e nella realizzazione di muri di contenimento.

Su contrada Roccazza è previsto, invece, il distacco dei massi pericolanti e l’ancoraggio di parti della roccia, oltre alla collocazione di tiranti passivi e funi di rinforzo in acciaio zincato per il contenimento mediante imbracaggio. Verrà altresì effettuato il consolidamento attivo del versante interessato con copertura di reti metalliche.

Giulia Spalletta