E45: proseguono i lavori di riadattamento del viadotto Puleto

Ancora una settimana di “sofferenza” per l’economia dell’Umbria

Il respiro di sollievo s’è sentito dalle parti della Camera di Commercio di Perugia: proseguono da parte di Anas le attività necessarie ad attuare le prescrizioni della Procura di Arezzo per la riapertura parziale del viadotto Puleto, sulla E45, nel comune di Pieve Santo Stefano. Per l’economia della regione, e quella perugina, in particolare, non poter arrivare sino al Verghereto è davvero un grande disagio.
Comunque il provvedimento, notificato sabato scorso, consente ad Anas di riaprire al traffico ai soli veicoli leggeri fino a 3,5 tonnellate, su una sola corsia per ogni senso di marcia a velocità ridotta. La riapertura è inoltre condizionata all’installazione di un sistema di monitoraggio automatico della struttura tramite sensori, al ripristino delle opere di regimazione delle acque sulla piattaforma stradale e all’installazione di un autovelox.
Oggi è in fase di ultimazione l’allestimento della segnaletica di restringimento della carreggiata da quattro a due corsie (segnaletica verticale, segnaletica orizzontale, delineatori flessibili) avviato da sabato stesso. Al contempo è in produzione la segnaletica di preavviso per la deviazione dei mezzi pesanti sui percorsi alternativi.
Inoltre è in corso da ieri il montaggio del sistema di monitoraggio con sensori radar delle strutture. Il sistema è già funzionante ed è in corso di taratura da parte dei tecnici specializzati per il collegamento con i semafori che potranno interrompere il traffico automaticamente in caso di anomalie. L’ultimazione delle attività è prevista entro giovedì.
Per il monitoraggio visivo periodico sono stati già eseguiti alcuni voli con i droni sulle parti della struttura meno esposte.
Infine, per la regimentazione delle acque di piattaforma sono allo studio alcune soluzioni di veloce esecuzione che consentano di attuare la prescrizione nel minor tempo possibile.
Il completamento delle attività richieste dalla Procura è previsto entro la settimana.

Marcello Guerrieri

Esercita la professione di giornalista da oltre trent’anni: ha esordito con la cronaca locale per la redazione ternana de il Messaggero, per la quale ha anche curato, per un lungo periodo, pure gli aspetti sindacali ed economici delle aziende della provincia di Terni. Collabora tuttora col giornale romano. Ha seguito sin dall’inizio, l’evoluzione dei nuovi media, curando numerosi siti come quello di “Terninrete”