Horizon Mediterraneo: La Tunisia, destinazione privilegiata per PMI

Un convegno a Perugia per ristabilire un equilibrio industriale nel Mediterraneo

L’argomento è stimolante e di strettissima attualità: ristabilire un equilibrio industriale nel Mediterraneo con la Tunisia come HUB produttivo e ponte tra l’Africa e l’Europa e creare possibilità di collaborazione tra eccellenze. Se ne parlerà venerdì 16 novembre presso l’Hotel Deco di Ponte San Giovanni a Perugia, in un convegno dal titolo: “Horizon Mediterraneo: La Tunisia, destinazione privilegiata per gli IDE Italiani e HUB Regionale in Africa”
L’evento è organizzato da Confimi APMI Umbria – l’Associazione delle Piccole e Medie Imprese dell’Umbria, dalla fondazione Delfico dell’avvocato Mauro Norton Rosati di Montepradone e dalla TIDA Group con il patrocinio del Comune di Perugia e di Deruta.
La Tunisia possiede un ricco e vario tessuto industriale caratterizzato dal suo dinamismo, infatti spazia da un indotto dell’agricoltura di altissima qualità, sia per quanto riguarda la produzione che la trasformazione dei prodotti, alla produzione meccanica e aeronautica, la produzione di macchine utensili e la loro componentistica, l’industria tessile, delle pelli, del cuoio e del settore calzaturiero, le ceramiche, l’arredamento e tutti i prodotti in salamoia e le conserve in generale.
Parteciperanno all’evento eccellenze della Piccole e Media Industria già presenti in Tunisia, Sua Eccellenza l’Ambasciatore della Repubblica Tunisina Roma Moez Sinaoui, il Presidente di CONFIMI AMPI Umbria l’ing. Mauro Orsini, il Sindaco di Perugia Dott. Andrea Romizi, il Sindaco di Deruta Dott. Michele Toniaccini, il Sindaco di Nabeul Dott.ssa Houda Skandaji e il Presidente della Camera di Commercio Tuniso-Italiana Mourad Fradi.
Per il Presidente di CONFIMI APMI Umbria l’Ing. Mauro Orsini “L’evento vuole essere un’occasione di discussione e di approfondimento sulla possibilità di investimenti e partnership economici fra le imprese dell’Umbria e della Tunisia. Infatti, la Tunisia offre una buona affidabilità e la politica di internazionalizzazione e quindi l’investimento delle nostre imprese all’estero non va vissuto come un elemento di “delocalizzazione produttiva”, ma rappresenta un’opportunità di crescita per le imprese, poiché attiva nuovi mercati sia per i prodotti che per i servizi regionali. Un meccanismo che accresce la competitività del nostro sistema”.
Per il premio Memorial Nobel Ernesto Teodoro Moneta Hella Colleoni (e Presidente di TIDA Group) “la costruzione di un legame forte coadiuva la solidità e l’equilibrio non dell’Africa non dell’Europa ma di tutto il blocco Mediterraneo, è tramite la costruzione di vie come questa che si porta la società verso la pace e l’integrazione di un’evoluzione collettiva.”
Ed è questo lo spirito che ha animato il Centro Studi Delfico Foundation e per essa il Prof. Mauro Norton Rosati di Monteprandone nell’organizzare tale evento, ciò grazie alla sua profonda sensibilità intellettuale sempre rivolta agli scambi culturali internazionali , luce e faro per ogni attività di relazione.

Marcello Guerrieri

Esercita la professione di giornalista da oltre trent’anni: ha esordito con la cronaca locale per la redazione ternana de il Messaggero, per la quale ha anche curato, per un lungo periodo, pure gli aspetti sindacali ed economici delle aziende della provincia di Terni. Collabora tuttora col giornale romano. Ha seguito sin dall’inizio, l’evoluzione dei nuovi media, curando numerosi siti come quello di “Terninrete”