Lutto: ad Assisi un convegno sulla sua elaborazione

In programma il 28 e 29 settembre è organizzato dalla onlus ‘Figli in Paradiso: ali tra cielo e terra’

Venerdì 28 e sabato 29 settembre si svolgerà alla Domus Pacis di Santa Maria degli Angeli (Assisi) un convegno nazionale sull’elaborazione del lutto. Ad organizzarlo è l’associazione onlus ‘Figli in Paradiso: ali tra cielo e terra’, fondata a Otranto nel 1999 da Virginia Campanile dopo la perdita del figlio. Il tema scelto per la terza edizione del convegno è ‘Le mille sfumature del dolore e della speranza’.

“Figli in Paradiso – spiegano dall’associazione – si impegna a essere accanto alle famiglie in lutto per aiutarle a uscire dalla solitudine, attraverso la condivisione del dolore, l’ascolto, la presenza discreta e soprattutto con un cammino di fede. Oltre agli incontri mensili in cui si celebrano le messe per i propri figli, organizziamo gruppi Ama (auto mutuo aiuto) per l’elaborazione del lutto”.

I momenti di riflessione sul tema del lutto, visti dal punto di vista psicologico e spirituale, si alterneranno a quelli di preghiera, tra i quali l’incontro con il vescovo di Assisi Domenico Sorrentino e la successiva messa al Santuario della spogliazione in programma venerdì alle 15.

Tra i relatori del convegno vi sono don Francesco Buono (docente di religione al liceo classico ‘Mariotti’ di Perugia e parroco dell’Unità pastorale di Pila e Castel del Piano), padre Arnaldo Pangrazzi (sacerdote camilliano e docente di formazione pastorale clinica all’Istituto internazionale Camillianum di Roma); gli psicologi-psicoterapeuti Antonio Loperfido (docente alla Facoltà di medicina e chirurgia dell’Università di Udine e coordinatore del gruppo di lavoro dell’Osservatorio sul suicidio e le patologie depressive del Dipartimento di salute mentale di Pordenone), Enrico Cazzaniga (Centro milanese di terapia della famiglia) e la dottoressa Viviana Casarotto.

Laura Proietti

Giornalista professionista, ho lavorato per carta stampata (quotidiani e settimanali), agenzie di stampa e siti internet. Ho esplorato la produzione della notizia in ogni sua sfaccettatura: come reporter e come addetta stampa. Ho spaziato nei settori più diversi: dalla cronaca all’enogastronomia, dalla politica all’economia, con un occhio particolare allo sport.