Ast: nuovo incontro in Regione

Attesi parlamentari, sindacati e istituzioni per la “sensibilizzazione del Governo”. Nessuna risposta alla richiesta di incontro a Di Maio

Una riunione a palazzo Donini indetta dalla presidente della Regione, Catiuscia Marini, per mantenere alta l’attenzione sulla vicenda Ast. L’appuntamento è per giovedì 2 agosto. Come spiegato nella lettera di convocazione, l’incontro è stato fissato “alla luce della situazione dell’azienda in oggetto e con specifico riferimento alle prospettive legate all’eventuale cessione della stessa, nonché alla sensibilizzazione del Governo nazionale rispetto al futuro delle acciaierie di Terni”.

Sono stati invitati a partecipare i parlamentari eletti in Umbria, il presidente della Provincia Giampiero Lattanzi, il sindaco Leonardo Latini, i segretari provinciali e regionali di Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Fismic e Usb e quelli di categoria e le rsu di stabilimento.

Un incontro che arriva anche in seguito alla mancata risposta del ministro del Lavoro Luigi Di Maio alle varie richieste di incontro per trattare la questione Ast. “Abbiamo sollecitato da circa un mese un incontro al ministero con il ministro Di Maio per Ast, le acciaierie di Terni appartenenti a Tk – scrive la presidente Marini sul suo profilo Facebook -. Ho chiesto anche come presidente di Regione un incontro personale con il ministro. I sindacati hanno sollecitato il tavolo direttamente alla segreteria del ministro. Non abbiamo ricevuto risposta”.

“Il ministro Di Maio e il governo Conte sono vigili e pienamente informati in merito allo status quo e alle prospettive dell’inox per Terni e l’Italia, nell’attuale contesto tedesco-europeo e mondiale. Poiché la procedura presso il Mise è formalmente aperta si prega dunque gli istanti, oggi impazienti e ieri assai accomodanti, di mostrare maggiore onestà intellettuale o, almeno, la stessa creanza manifestata nei confronti dei vecchi e inconcludenti governi” ha affermato in risposta Andrea Liberati, capogruppo regionale del Movimento 5 Stelle.

Laura Proietti

Giornalista professionista, ho lavorato per carta stampata (quotidiani e settimanali), agenzie di stampa e siti internet. Ho esplorato la produzione della notizia in ogni sua sfaccettatura: come reporter e come addetta stampa. Ho spaziato nei settori più diversi: dalla cronaca all’enogastronomia, dalla politica all’economia, con un occhio particolare allo sport.