Gli inglesi della Gil Capital ltd hanno abbandonato l’idea acquisire il fotovoltaico di TerniEnergia

La decisione dopo l’escussione della due diligence

Hanno rinunciato a portare avanti il progetto e di rilancio: gli inglesi della Gil Capital Ltd hanno abbandonato la possibilità di acquisire il ramo d’impresa della TerniEnergia che si interessa di impianto fotovoltaici. Sembrava un matrimonio perfetto in quanto anche la Gil Capital era ed è una delle più grandi società italiane nel settore. Ma nell’esame dei conti della due diligence qualcosa non è andato per il verso giusto e gli inglesi hanno abbandonato. Rimangono i problemi per gli oltre venti lavoratori ed anche il futuro di quell’area che si sta sempre più impoverendo e che ha dovuto anche sopportare un incendio nell’impianto dei pneumatici fuori uso, gli Pfu, nei giorni scorsi. “La transazione non avrà seguito per il non avveramento di alcuni dei presupposti previsti, con particolare riferimento a quelli di natura tecnico-legale, tipici di questa tipologia di operazioni” è stato lo scarno comunicato della TerniEnergia, che ha comunque deciso di incanalarsi verso l’abbandono del settore, avendo studiato altri elementi di crescita per il proprio business

Marcello Guerrieri

Esercita la professione di giornalista da oltre trent’anni: ha esordito con la cronaca locale per la redazione ternana de il Messaggero, per la quale ha anche curato, per un lungo periodo, pure gli aspetti sindacali ed economici delle aziende della provincia di Terni. Collabora tuttora col giornale romano. Ha seguito sin dall’inizio, l’evoluzione dei nuovi media, curando numerosi siti come quello di “Terninrete”