Stanley sceglie Svelt per i suoi carrelli

Il marchio americano del fai da te ha scelto l’azienda bergamasca per la distribuzione dei suoi carrelli sul mercato italiano

Forte dei suoi 50.000 carrelli venduti ogni anno, Svelt è considerata leader in questo settore relativamente nuovo. La sfida al mercato dei carrelli per l’azienda di Bagnatica, in provincia di Bergamo, è infatti iniziata solo agli inizi del nuovo millennio e oggi la gamma si amplia con i carrelli Stanley. L’azienda americana, leader nella produzione di utensili a mano, elettroutensili e accessori e brand di rilievo del gruppo Stanley Black&Decker, ha infatti scelto il principale attore nazionale di questo mercato per introdurre in Italia i suoi modelli più tecnici e strategici.

Non solo quindi scale e trabattelli dal 1964 ma anche il «nuovo mondo» dei carrelli è divenuto per Svelt un mercato strategico su cui investire e per cui sta ottenendo grandi soddisfazioni fornendo ai propri rivenditori un servizio e un catalogo unici nel nostro paese. La gamma trova il suo core business nei classici carrelli portapacchi di varie portate e materiali e spazia poi a 6 modelli di saliscale (elettrici, domestici e professionali), a 4 tipi di portabombole, porta estintori, porta saldatrici, a diversi carrelli multiposizione (che si trasformano in diverse funzioni). Nel 2017 sono entrati in gamma anche i carrelli con pianale da officina o da cantiere, i carrelli pieghevoli in alluminio, i carrelli porta spesa per il mercato domestico.

Redazione

Corriere dell’Economia è il portale informativo che ospita articoli di interesse settoriale e territoriale per operatori economici, enti e istituzioni che desiderano comunicare ai loro pubblici i contenuti inerenti la propria attività e organizzazione.