Dal 2 al 6 maggio torna il Riviera International Film Festival

A Sestri Levante e Portofino la rassegna cinematografica dedicata ai registi under-35 con ospiti nazionali, internazionali e un Premio Nobel

cinque terre

Da mercoledì 2 a domenica 6 maggio a Sestri Levante e Portofino va in scena la seconda edizione del Riviera International Film Festival, la rassegna cinematografica dedicata ai registi under-35. Nato dalla passione per il cinema e per la Liguria del produttore di Los Angeles Stefano Gallini Durante, fondatore e presidente dell’appuntamento, e del direttore esecutivo Vito D’Onghia, il Festival propone cinque giorni di proiezioni di film e documentari, masterclass, panel, conferenze e cerimonie.

“Regione Liguria conferma il sostegno a Riviera International Film Festival che dopo il buon avvio dello scorso anno si configura sempre più come un importante appuntamento regionale – dichiara l’assessore alla Cultura Ilaria Cavo-. Da Sestri Levante quest’anno arriva fino a Portofino: con il coinvolgimento dell’estremità opposta del Tigullio diventa a pieno titolo, e più dello scorso anno, un Riviera Film Festival con quella capacità di fare rete che chiediamo ai grandi eventi e che ci auguriamo possa estendersi col tempo a sempre più comuni del Tigullio. Il programma estremamente variegato costituisce una preziosa occasione di approfondimento culturale con numerosi film e documentari. La vera scommessa in cui crediamo insieme agli organizzatori è quella di promuovere e sostenere soprattutto i giovani talenti”.

“Come Regione – aggiunge l’assessore Cavo – quest’anno contribuiamo a un panel specifico dedicato alle donne e ai vari tipi di violenza, dopo i casi sollevati proprio dal cinema. Porteremo progetti concreti contro la violenza in un confronto tra attrice e professionisti sensibili alla tematica. Un altro aspetto da non trascurare è infatti la capacità del Festival di confrontarsi con temi sociali: quelle delle donne ma anche quello dell’ambiente. Perché immagini e realtà siano vicine e a confronto”.

Il Festival vanta una giuria di caratura internazionale per le due categorie in concorso, film e documentari, con l’attore statunitense Matthew Modine a capitanare quella per i film (con 10 titoli in concorso e 5 fuori concorso) e il climatologo Premio Nobel Nigel Tapper a presiedere quella per i documentari (con 5 titoli in concorso). Tapper sarà inoltre venerdì 4 maggio (ore 18) a Portofino, per una conferenza sui cambiamenti climatici, dal titolo “Building cooler, healthier global cities as critical adaptation to climate change”, evento a cui parteciperà l’assessore all’Ambiente Giacomo Giampedrone.

A comporre la giuria film l’attrice Violante Placido, lo sceneggiatore statunitense Ed Solomon, la scrittrice e giornalista Paola Jacobbi e l’agente statunitense John Campisi. Assieme a Tapper nella giuria documentari Gaia Trussardi e l’attrice cilena Cote de Pablo. Numerosi gli eventi collaterali: un panel con Paola Jacobbi sul neofemminismo nato dopo gli scandali di Hollywood, un incontro con lo scrittore Erri De Luca su “Parola e immagine in alleanza e in conflitto” e uno con la fashion blogger Marta Pozzan su “Impatto dei social media nel mondo del cinema”. Ricco il programma di masterclass, vere e proprie lezioni di cinema nei suoi vari aspetti (biglietti su http://www.rivierafilm.org/le-masterclass/).

Redazione

Corriere dell’Economia è il portale informativo che ospita articoli di interesse settoriale e territoriale per operatori economici, enti e istituzioni che desiderano comunicare ai loro pubblici i contenuti inerenti la propria attività e organizzazione.