Metro C Roma: al via progetto per realizzare parcheggi di scambio

In commissioni i parcheggi di scambio per le fermate della Metro C, Teano e Alessandrino

Metro C Roma

Due parcheggi di scambio alle fermate della metro C Teano e Alessandrino. Ad analizzare i due progetti, opere di compensazione a carico di Metro C spa, in ritardo per necessità di varianti, è stata la commissione Mobilità del Comune di Roma dove sono stati ascoltati i tecnici di RomaMetropolitane. Secondo quanto riporta l’Agenzia Dire, i tempi di realizzazione sono ancora lunghi. Per la prima fermata si prevedono 398 posti, per la seconda poco più di 300.

In particolare il parcheggio di Teano, prima immaginato come interrato, sarà a raso e l’intervento prevede anche la riqualificazione dell’area verde e della viabilità per un totale di 14,1 milioni di euro che possono scendere a meno di dieci tagliando un pezzo di strada che gira intorno alla stazione. Conterrà 398 posti auto e 50 per i motorini. I lavori dureranno circa un anno ma non esiste ancora una data di inizio cantiere visto che, tra le altre cose, la variante deve passare al Cipe.

Il parcheggio di Alessandrino è ancora più in ritardo perché si sta discutendo della possibile nascita di un parco archeologico.

Sull’intervento a Teano Giovanni Bocuzzi, presidente del V Municipio, ha chiesto oggi di “ridurre alcune strade che girano attorno alla stazione per usare le risorse risparmiate per una ciclabile e per un giardinetto pedonale tra la stazione e la parrochia”. Il presidente della commissione Enrico Stefano ha abbozzato l’idea di “una ciclabile per mettere in collegamento La Roma-Giardinetti, la stazione Teano della linea C e i tram sulla Prenestina”.

Redazione

Corriere dell’Economia è il portale informativo che ospita articoli di interesse settoriale e territoriale per operatori economici, enti e istituzioni che desiderano comunicare ai loro pubblici i contenuti inerenti la propria attività e organizzazione.