Rottamazione bis: Comune di Spoleto chiede proroga al 31 dicembre

E Confcommercio auspica in attesa di una risposta la sospensione della riscossione coattiva delle cartelle consegnate

Famiglie e imprese spoletine danneggiate dal comportamento del Comune, che per loro ha determinato l’impossibilità di beneficiare della rottamazione bis e quindi della possibilità di risparmiare il 30-40% sul dovuto. La denuncia è della Confcommercio di Spoleto.

Secondo quanto risulta all’associazione di categoria, il Comune di Spoleto ha interrotto almeno per un anno (ottobre 2016 – ottobre 2017) l’invio a Equitalia delle cartelle dei tributi non riscossi. E il termine per usufruire della rottamazione bis è il 30 settembre, quindi prima che la Ica srl (il nuovo concessionario della riscossione) ha iniziato a mandare a ruolo le cartelle.

Il Comune di Spoleto, nella figura del vicesindaco Maria Elena Bececco, si è rivolto alla commissaria straordinaria alla ricostruzione Paola De Micheli affinché nei comuni del cratere del sisma i benefici della rottamazione bis siano estesi sino al 31 dicembre 2017.

In attesa di una risposta da parte della commissaria, Confcommercio ha chiesto al Comune di interrompere la riscossione coattiva delle cartelle consegnate. Confcommercio ha chiesto inoltre “un tavolo tecnico, allargato a tutte le altre associazioni di categoria e ai sindacati, per discutere le aliquote della fiscalità locale che saranno approvate col prossimo bilancio, sperando di trovare un’apertura al dialogo che negli ultimi anni è sempre mancata”.

Laura Proietti

Giornalista professionista, ho lavorato per carta stampata (quotidiani e settimanali), agenzie di stampa e siti internet. Ho esplorato la produzione della notizia in ogni sua sfaccettatura: come reporter e come addetta stampa. Ho spaziato nei settori più diversi: dalla cronaca all’enogastronomia, dalla politica all’economia, con un occhio particolare allo sport.