Test antidroga all’Ast: nuovo accordo tra azienda e sindacati

Nuovo periodo di prova prima del via definitivo. Realizzato elenco unico dei lavoratori che comprende anche quelli di Tubificio e Sdf

Test antidroga e antialcol sui lavoratori dell’Ast sempre più intensi, ma prima che questo avvenga in via definitiva si dovrà procedere a una nuova simulazione degli stessi, dopo lo stop al primo tentativo a causa di anomalie riscontrate sul sistema informatico per la selezione dei dipendenti. Questo quanto è stato ottenuto dai rappresentanti sindacali nell’incontro con i dirigenti dell’azienda.

Secondo i nuovi accordi stipulati nell’incontro del 6 febbraio, sarà realizzato un elenco unico di lavoratori, che comprenderà anche quelli di Tubificio e Sdf, dal quale il medico di fabbrica ne sorteggerà 5 al giorno nell’arco di tre turni tra quelli presenti. Al termine del primo mese di controlli i risultati saranno messi a disposizione dei delegati della sicurezza.

In casi di positività e in presenza di situazioni cliniche che richiedano una terapia per tossicodipendenza i lavoratori dovranno essere indirizzati verso percorsi di riabilitazione, con attenzione alla tutela della loro privacy e senza che questo rappresenti uno strumento che possa essere utilizzato contro il mantenimento dell’attività lavorativa.

Laura Proietti

Giornalista professionista, ho lavorato per carta stampata (quotidiani e settimanali), agenzie di stampa e siti internet. Ho esplorato la produzione della notizia in ogni sua sfaccettatura: come reporter e come addetta stampa. Ho spaziato nei settori più diversi: dalla cronaca all’enogastronomia, dalla politica all’economia, con un occhio particolare allo sport.