Contributi Comune Terni: bandi a sostegno dei più deboli

Previsti aiuti per famiglie, anziani e persone con disabilità

Tre bandi per contributi a sostegno delle famiglie, degli anziani e delle persone con disabilità. Ad emanarli è stato il Comune di Terni, facendo ricorso alle risorse del ministero delle Politiche sociali e del fondo sociale europeo Por Fse Umbria 2014-2019.

Tramite ‘Family help’, la cui domanda scade il 2 marzo e per il quale viene data priorità alla presentazione della domanda, prevede l’assegnazione complessiva di 800 euro attraverso l’erogazione di buoni servizio da utilizzare per pagare badanti, baby sitter, assistenti familiari. Come spiega l’assessore comunale al Welfare, Francesca Malafoglia, “con il presente avviso si assegnano contributi alla persona che lavora o è inserita in un percorso di formazione o qualificazione professionale, per servizi rivolti ad agevolare la conciliazione dei tempi di vita e lavoro, creando così le condizioni necessarie per una maggiore partecipazione e/o permanenza femminile sul mercato del lavoro”

‘Vita indipendente’ è rivolto alle persone con invalidità al 100%, indennità di accompagnamento e riconoscimento di handicap con connotazione di gravità ai sensi della L.104/1192 ed ha l’obiettivo di renderle autosufficienti. L’erogazione massima è di mille euro al mese e le graduatorie saranno pubblicate ogni 90 giorni, fino ad esaurimento delle risorse. Come sottolinea l’assessore Malafoglia, “è un modello organizzativo di servizi e strumenti innovativi che consentono alle persone con disabilità di essere protagoniste della propria vita e di godere di pari diritti e opportunità di vivere nella comunità. Gli interventi non hanno natura meramente assistenziale, ma perseguono la finalità di sviluppare il percorso di autonomia, inclusione sociale e consapevole realizzazione del progetto di vita della persona”.

‘Autosufficienza’ è rivolto agli anziani non autosufficienti e riguarda la realizzazione di progetti personalizzati di domiciliarità volti a rafforzare il loro diritto a una vita dignitosa. Anche in questo caso nell’assegnazione del contributo, per un massimo di 3mila euro, vale l’ordine temporale di invio della richiesta e le graduatorie sono aggiornate ogni 60 giorni.

Laura Proietti

Giornalista professionista, ho lavorato per carta stampata (quotidiani e settimanali), agenzie di stampa e siti internet. Ho esplorato la produzione della notizia in ogni sua sfaccettatura: come reporter e come addetta stampa. Ho spaziato nei settori più diversi: dalla cronaca all’enogastronomia, dalla politica all’economia, con un occhio particolare allo sport.