Scuola: l’agrario ‘Bruno Marchino’ si mostra agli studenti

Teoria, laboratorio ed esperienza sul campo contraddistinguono l’istituto di Fabro. Il prossimo open day il 20 gennaio

“Il nostro istituto punta a valorizzare il mondo agricolo nei suoi aspetti ambientale, culturale e storico. Siamo, infatti, convinti che la sostenibilità ambientale, la difesa del territorio e l’agricoltura siano i settori del futuro per il nostro Paese”. Ad affermarlo è il professor Renzo Canonico dell’Istituto professionale per l’agricoltura e l’ambiente ‘Bruno Marchino’ di Fabro in occasione dell’open day che si è svolto oggi e che si ripeterà sabato 20 gennaio.

Un percorso di studi che porta i ragazzi ad ottenere alla fine del terzo anno la qualifica di operatore agricolo e a conseguire al quinto anno il diploma di agritecnico. Pur con l’obiettivo di professionalizzare gli studenti, come sottolineato da Canonico, tale istituto offre un’istruzione a “360 gradi: usciti da scuola si può mettere immediatamente in pratica ciò che si studia, ma ci si può anche orientare verso percorsi universitari sia a carattere tecnico scientifico che umanistico”.

“Accanto allo studio – ha sottolineato Canonico – cerchiamo di focalizzarci sull’attività pratica e l’acquisizione di competenze trasversali così che gli studenti possano imparare a lavorare in team e collaborare”. Gli studenti sperimentano così l’estrazione di dna dalla frutta, la preparazione di formaggio, birra artigianale, olio, aceto, sapone e deodoranti a base di essenze vegetali.

“I ragazzi – ha commentato Riccardo Cipolla, altro docente dell’istituto -, attraverso una didattica un po’ più laboratoriale e legata alle tipicità del territorio, riescono a integrarsi bene con quelle che sono le nuove prospettive legate al mondo della terra, dell’agricoltura e del commercio di prodotti tipici. Molte esperienze che fanno, come le uscite didattiche, i viaggi d’istruzione e le attività con la rete degli istituti agrari, sono per loro motivo di arricchimento e forniscono nuovi stimoli per ulteriori conoscenze”.

Ad arricchire ulteriormente il percorso formativo degli studenti la collaborazione che il ‘Bruno Marchino’ ha con le aziende del territorio e le 400 ore di alternanza scuola-lavoro.

Laura Proietti

Giornalista professionista, ho lavorato per carta stampata (quotidiani e settimanali), agenzie di stampa e siti internet. Ho esplorato la produzione della notizia in ogni sua sfaccettatura: come reporter e come addetta stampa. Ho spaziato nei settori più diversi: dalla cronaca all’enogastronomia, dalla politica all’economia, con un occhio particolare allo sport.