Toscana, conferenza fine anno: impegno del Consiglio a sostegno ripresa e sviluppo

Il presidente ripercorre l'attività dell'Assemblea regionale nel 2017 e guarda al nuovo anno: "Lavoriamo tutti per consolidare segnali di rilancio e dare forza al Made in Tuscany"

Firenze panorama

 

“Sono orgoglioso del lavoro del Consiglio regionale e di quanto il palazzo del Pegaso sia sentito come la casa di tutti i toscani”. Così il presidente Eugenio Giani, nell’incontro con i giornalisti a fine 2017, ha fatto un bilancio di numeri, ma non solo. Accanto ai circa 400 atti approvati, alle 63 leggi che hanno cambiato il loro volto, alla complessiva percentuale di presenza in aula del 95 per cento dei consiglieri, contro quella dei rappresentanti della Giunta, pure in crescita rispetto all’anno precedente, pari al 58 per cento, Giani si è soffermato sull’impegno dei singoli eletti, sulla loro presenza sul territorio, sulla capacità dell’Assemblea toscana di far sentire la propria voce. “Grazie alla collaborazione tra tutti noi, ad un lavoro di squadra che ci ha visto lavorare al meglio”, ha sottolineato il presidente. “E continueremo con impegno e passione, per la Toscana e per tutti i toscani – ha assicurato –, guardando alla nostra regione come ad uno scrigno prezioso dai volti dei 274 comuni”. E voltando pagina, andando al nuovo anno: “Dal 2018 mi aspetto una ripresa economica che possa consolidarsi, grazie a quell’1,5 per cento del Pil, capace di essere da traino a livello nazionale, sul fronte manifatturiero e del turismo, ma anche sul fronte della tecnologia e dell’innovazione”, ha affermato il Presidente. “Ai 3milioni e 700mila abitanti della Toscana auguro un buon 2018, nella consapevolezza di vivere in una delle regioni più belle al mondo, grazie ad un Made in Tuscany famoso a livello nazionale e internazionale”, ha sottolineato, soffermandosi su un capitolo da completare: quello delle grandi opere e delle infrastrutture.

Redazione

Corriere dell’Economia è il portale informativo che ospita articoli di interesse settoriale e territoriale per operatori economici, enti e istituzioni che desiderano comunicare ai loro pubblici i contenuti inerenti la propria attività e organizzazione.