BTA: successo per la prima edizione

Ottimo esordio per la Borsa del Turismo Agroalimentare per la promozione del territorio umbro a cui hanno aderito 120 aziende e 60 tour operator

Un successo oltre le previsioni quello ottenuto dalla prima edizione della ‘Borsa del Turismo Agroalimentare – BTA’, che si è svolta all’Umbria Fiere di Bastia (6-8 ottobre). Alla BTA hanno partecipato oltre 120 aziende umbre del settore del turismo.

Attraverso degustazioni, esposizioni di prodotti tipici e cooking show, realizzati in collaborazione con l’Università dei Sapori, le aziende hanno voluto valorizzare di fronte ai 60 tour operator italiani e stranieri presenti alla Borsa del turismo agroalimentare gli itinerari del gusto e le proposte turistiche che coniugano la scoperta del territorio con i sapori della tavola.

“C’è sempre maggiore richiesta di pacchetti e itinerari turistici legati alle eccellenze enogastronomiche tipiche – afferma Simone Fittuccia, presidente del consorzio turistico Umbria & Tastes, che ha organizzato il BTA in collaborazione con il Salone del turismo rurale – Il piacere della tavola, i prodotti tipici sono sempre più un arricchimento che il turista ricerca nel corso della sua vacanza. Di conseguenza, anche i tour operator hanno inserito questo tematismo tra le proposte di viaggio”.

Fittuccia sottolinea anche come l’Umbria, “ma un po’ tutta l’Italia, ha davvero tantissime eccellenze alimentari da proporre. Questo è lo stimolo che ci ha guidato nella realizzazione di un evento che vuole rappresentare un punto di riferimento in questo ambito”. E visto il successo ottenuto dalla prima edizione, gli organizzatori hanno confermato l’intenzione di inserire la BTA nel calendario annuale di iniziative di promozione turistica dell’Umbria.

Laura Proietti

Giornalista professionista, ho lavorato per carta stampata (quotidiani e settimanali), agenzie di stampa e siti internet. Ho esplorato la produzione della notizia in ogni sua sfaccettatura: come reporter e come addetta stampa. Ho spaziato nei settori più diversi: dalla cronaca all’enogastronomia, dalla politica all’economia, con un occhio particolare allo sport.