Scuola e arte: Tiepolo diventa didattica

Visite guidate a Gualdo Tadino alla mostra ‘Seduzione e potere’ per scoprire la rappresentazione della bellezza femminile dal Cinquecento al Settecento

Dopo aver conquistato in due mesi oltre 7mila visitatori ed essere la più visitata dell’Umbria, la mostra curata da Vittorio Sgarbi ‘Seduzione e potere. La donna nell’arte tra Guido Cagnacci e Tiepolo’, in corso di svolgimento a Gualdo Tadino, va alla conquista della scuole con didattiche apposite studiate per studenti dalla scuola elementare alle superiori.

Cuore del progetto è la rappresentazione della bellezza femminile dal Cinquecento al Settecento attraverso le opere dei grandi maestri (Giambattista Tiepolo, Rosalba Carriera, Mattia Preti) con temi che spaziano anche alla letteratura, alla mitologia, alla storia e alla religione.

Grande interesse è stato mostrato da parte delle scuole che si sono già prenotate in gran numero. L’interesse maggiore sono i colori sfavillanti delle opere realizzata da Giambattista, Giandomenico e Lorenzo Tiepolo.

Oltre alla mostra ospitata nella Chiesa di San Francesco, gli studenti potranno anche visitare i cinque musei presenti a Gualdo Tadino e l’esposizione ‘Acqua meraviglia della terra’, in corso di svolgimento a Rocca Flea, che raccoglie 133 opere in ceramica provenienti da tutto il mondo. Anche in questo caso vi è la possibilità di visita guidata con didattiche per fascia di età.

Laura Proietti

Giornalista professionista, ho lavorato per carta stampata (quotidiani e settimanali), agenzie di stampa e siti internet. Ho esplorato la produzione della notizia in ogni sua sfaccettatura: come reporter e come addetta stampa. Ho spaziato nei settori più diversi: dalla cronaca all’enogastronomia, dalla politica all’economia, con un occhio particolare allo sport.