Air France paga gli attentati di Parigi

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=4toGPKSMhU8[/youtube]

Il settore del turismo e dei trasporti non è rimasto immune dalle conseguenze degli attentanti di Parigi del 13 novembre. Così la compagnia aerea Air France Klm nel mese di dicembre ha visto bruciare 70 milioni di euro, dopo i 50 di novembre. In diminuzione i passeggeri di Air France, Klm e la low cost Hop! che si sono fermati a 6,2 milioni (-1,1%); il calo più forte ha riguardato il Nord America e l’Asia, sopratutto il Giappone. Considerando anche quelli della compagnia low cost Transavia, la cifra complessiva di passeggeri del gruppo resta però stabile a 6,7 milioni. A fine mese, secondo quanto dichiarato dai vertici della compagnia, le prenotazioni hanno comunque ripreso quota.

Laura Proietti

Giornalista professionista, ho lavorato per carta stampata (quotidiani e settimanali), agenzie di stampa e siti internet. Ho esplorato la produzione della notizia in ogni sua sfaccettatura: come reporter e come addetta stampa. Ho spaziato nei settori più diversi: dalla cronaca all’enogastronomia, dalla politica all’economia, con un occhio particolare allo sport.