Apple Pay fa il grande balzo

La Apple è pronta a investire sempre di più sul suo sistema di pagamento Apple Pay (creato nel 2014). Negli Usa, questo servizio è già disponibile, in un mercato dove l’utilizzo delle carte al posto dei contanti è una realtà quotidiana.

In Europa è al momento presente solo in Gran Bretagna, ma la strategia delle Apple è proprio quella di estenderlo a molti altri paesi, cercando più accordi possibili con le banche.

Con Apple Pay, in buona sostanza, si possono fare acquisti (dove ci sono POS abilitati) pagando direttamente dal proprio iPhone o iPad. Nella strategia dei vertici delle Apple, c’è la chiare intenzione di far passare il messaggio che avere un dispositivo Apple con sé permette di sostituire sia il contante che le carte di credito.

Un device dunque utile ogni giorno e in ogni occasione.

Redazione

Corriere dell’Economia è il portale informativo che ospita articoli di interesse settoriale e territoriale per operatori economici, enti e istituzioni che desiderano comunicare ai loro pubblici i contenuti inerenti la propria attività e organizzazione.