Tassa sullo zucchero, strategia vincente?

Un eccessivo consumo di zuccheri ha degli effetti negativi sulla salute. In Gran Bretagna il primo ministro David Cameron si trova a dover decidere se introdurre o meno una tassa sui cibi ad alto contenuto di zuccheri per combattere l’obesità. A sostenere la necessità di un simile passo è Jeremy Hunt, segretario della Public Health England.

Il celebre cuoco Jamie Oliver ha in programma di mettere una tassa sulle bevande zuccherate all’interno dei suoi locali. A favore della tassa sugli zuccheri si è mostrata anche la popolazione, come dimostra il sondaggio realizzato dall’Observer: il 53% del campione intervistato ha dato un parere positivo. L’Accademy of Medical Royal Colleges, al contrario, non indica tale misura tra le priorità nella lotta all’obesità. Chi ha ragione? Nel video, l’editor del Guardian Alberto Nardelli spiega perché adottare una simile politica nella storia non ha mai funzionato.

Laura Proietti

Giornalista professionista, ho lavorato per carta stampata (quotidiani e settimanali), agenzie di stampa e siti internet. Ho esplorato la produzione della notizia in ogni sua sfaccettatura: come reporter e come addetta stampa. Ho spaziato nei settori più diversi: dalla cronaca all’enogastronomia, dalla politica all’economia, con un occhio particolare allo sport.