Roma Casilina, studenti del Lazio a confronto sulla robotica

Nello Spazio Attivo di Roma Casilina giovani studenti si sono incontrati per discutere e confrontarsi sulla robotica e sulle tecnologie più avanzate

robotica

Venerdì 24 vi è stata una bella occasione di incontro dei giovani con la robotica e le tecnologie più avanzate allo Spazio Attivo di Roma Casilina di Lazio Innova: al Contest Robotics, maratona di ideazione e progettazione, hanno partecipato 85 studenti di 9 scuole di Roma, Civitavecchia e Monterotondo.

Contest Robotics è il primo appuntamento di Scouting Future, un percorso tra robotica e scienze della vita, che vede la collaborazione anche per il 2020 tra Lazio Innova e Fondazione Mondo Digitale. La giornata di oggi ha visto le scuole partecipare alla progettazione di robot sociali, approfondendo nello specifico l’interazione sociale tra nonno, robot e nipote con gli esperti del Dipartimento Informatica, Automatica e Gestionale “A. Ruberti” della Sapienza Università di Roma.

Con la giornata di oggi i team iniziano a lavorare per la produzione di prototipi da presentare in occasione della RomeCup che si terrà dal 20 al 24 aprile prossimi presso l’Edificio Marco Polo della Sapienza (zona Scalo San Lorenzo, Roma).

“La sfida è quella delle applicazioni robotiche per la terza età –  continua – i progetti saranno sviluppati nei nostri FabLab e i team vincitori parteciperanno alla RomeCup 2020, promossa dalla Fondazione Mondo Digitale, con cui stiamo collaborando proprio per rafforzare il lavoro con le scuole, a partire dal programma Startupper School Academy, per favorire la crescita della cultura digitale tra le ragazze e i ragazzi della nostra regione. Nelle prossime settimane coinvolgeremo altre scuole per circa 200 studenti su ulteriori due contest in cui selezionare i team della RomeCup 2020. È davvero un piacere guardare con quanto entusiasmo i nostri ragazzi partecipano a queste iniziative, che offrono loro strumenti per affrontare meglio le sfide del futuro” – così l’assessore allo sviluppo economico, Paolo Orneli.

Giulia Spalletta