Norcia: progetto Scuola del norcino

Si affianca l'iter per costituire il Consorzio dei salumi: "Dobbiamo valorizzare tutti i nostri prodotti"

Una Scuola del norcino. A puntarci è la città di Norcia “per valorizzare ulteriormente i prodotti e creare una nuova generazione che sappia dare seguito alla lunga tradizione della norcineria locale”. Il progetto è affiancato da un altro non meno importante, il Consorzio dei salumi di Norcia. A lavorarci è il vice sindaco e assessore allo Sviluppo economica della città, Giuliano Boccanera. Ma Norcia si sta anche preparando alla Mostra mercato del tartufo.

Si svolgerà in tre fine settimana, 21, 22 e 23 febbraio, quello successivo e 7 e 8 marzo. “Abbiamo già ricevuto una ventina di prenotazioni in più rispetto all’anno scorso da parte degli standisti. Gli espositori saranno più di cento e la mostra mercato si terrà nel centro città, limitatamente agli spazi consentiti a causa del sisma”.

Tornando al capitolo norcineria, il vice sindacato ha precisato: “E’ giunto il momento di andare anche oltre il nostro prodotto principe che è il prosciutto, favorendo e promuovendo così anche tutti gli altri che già fanno parte della nostra norcineria e sono ampiamente apprezzati”. L’iter per arrivare al nuovo Consorzio è stato avviato “con il confronto e il dialogo con i produttori”. E poi c’è la Scuola: “Per dare continuità alla nostra tradizione e per dare nuove opportunità di sviluppo al settore e quindi creare nuova occupazione. Auspicando che la gastronomia locale, fatta appunto di salumi, ma anche tartufo e cioccolata, sia un volano fondamentale per la nostra economia”.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.