Rieti, al via un progetto per le famiglie in condizioni di precarietà e fragilità

Il progetto sperimentale "Pizza, Amore e Famiglia" è stato presentato per coinvolgere associazioni e imprese di categorie al fine di promuovere azioni concrete in favore delle famiglie in condizioni di precarietùà e fragilità

pizze

E’ stato presentato questa mattina, nel corso di una conferenza stampa che si è svolta presso la Sala consiliare del Comune di Rieti, alla quale hanno partecipato l’assessore ai servizi sociali Giovanna Palomba e la dottoressa Alessandra Colaiuda degli uffici dell’assessorato, il progetto sperimentale “Pizza, Amore e Famiglia”. L’iniziativa punta a coinvolgere imprese e associazioni di categoria al fine di promuovere azioni concrete in favore delle famiglie in condizione di precarietà e fragilità. Il Comune di Rieti, attraverso gli uffici dei Servizi sociali, individuerà i nuclei familiari beneficiari della “pizza sospesa” che potrà essere consumata presso le imprese che aderiranno al progetto. Le pizzerie e i ristoranti che aderiranno all’iniziativa saranno riconoscibili attraverso l’esposizione all’interno del proprio locale dei contrassegni forniti dal Comune “Famili Friendly” con il logo “Pizza, Amore e Famiglia” e avranno una cassetta dedicata alle donazioni fatte dai cittadini per offrire una pizza alle famiglie indigenti individuate dai servizi sociali. A seguito della donazione il titolare della pizzeria o del ristorante rilascerà al donatore una ricevuta attestante la donazione effettuata al fine di garantire la massima trasparenza dell’iniziativa che verrà monitorata dagli uffici comunali. Il ricavato sarà trasformato dall’esercente in buoni pizza che verranno consegnati successivamente dal personale dei Servizi sociali alle famiglie individuate quali beneficiarie del progetto.

Il progetto “Pizza, Amore e famiglia” è sperimentale e avrà una durata iniziale di 6 mesi, al termine dei quali si procederà ad una valutazione dei risultati. Inoltre, al termine della fase sperimentale, è intenzione del Comune di Rieti promuovere un evento di premiazione del locale che si sarà particolarmente distinto nella realizzazione dell’iniziativa.

Le manifestazioni di interesse per pizzerie e ristoranti che intendono prendere parte al progetto dovranno essere inoltrate al Comune di Rieti entro e non oltre le ore 12 del 15 gennaio 2020, compilando il modulo disponibile al link http://albopretorio.insielmercato.it/AlboRieti/atto/detail.html?id=84921&page=0 ,consegnandolo all’Urp del Comune di Rieti, in Piazza Vittorio Emanuele II, oppure inviandolo all’indirizzo protocollo@pec.comune.rieti.it  . Le imprese che avranno presentato la propria adesione riceveranno apposita comunicazione.

“Riteniamo che Pizza, Amore e Famiglia possa essere davvero un bel progetto per l’intera comunità reatina – ha dichiarato l’assessore ai servizi sociali, Giovanna Palomba – attraverso l’iniziativa il Comune di Rieti punta a sostenere le famiglie in difficoltà anche attraverso forme innovative di solidarietà che mirano ad offrire momenti di serena convivialità e condivisione familiare, contrastando fenomeni di isolamento ed emarginazione, favorendo le occasioni di socializzazioni e approccio positivo alla comunità sociale. Vogliamo promuovere lo spirito di solidarietà tra i cittadini e favorire l’impegno della collettività nel dare il proprio fattivo contributo a rendere la città più viva. Non è secondario, inoltre, l’obiettivo di coniugare le politiche sociali con lo sviluppo economico del territorio potenziando le occasioni per rendere la città più fruibile da tutti. Vogliamo valorizzare gli esercizi presenti sul territorio – ha concluso Palomba – che mostreranno sensibilità e attenzione verso le famiglie in condizioni di fragilità, promuovendo al contempo, attraverso una logica di prossimità, anche una maggiore attività territoriale”.

Giulia Spalletta