Dal pignoramento al guadagno: così SalvaCasa cambia la vita delle persone

Una storia di rinascita alle soglie del Natale

Non c’è storia di Natale che non finisca con un lieto fine. E questa storia di Natale è straordinaria, perché racconta di un enorme debito trasformato in un guadagno.

In Italia, sempre più famiglie non riescono a saldare i debiti che hanno contratto con banche e istituti di credito. La perdita improvvisa di un lavoro, spese impreviste e urgenti o situazioni in cui ci si trova coinvolti malgrado la propria responsabilità possono portare all’impossibilità di sostenere l’impegno economico preso, e questo problema, sempre più di frequente, sfocia nel dramma del pignoramento della casa, che ha come conseguenza la perdita dell’immobile all’asta. Oltre a una grande difficoltà logistica, il pignoramento dà luogo anche a una grande difficoltà psicologica.

 

Questo la signora V. (la chiamiamo così per motivi di privacy), di Varese, lo sa bene: «Mi stavano portando via la casa, e non per colpa mia. Avevo grossi problemi familiari, e non sapevo dove sarei andata a finire». Un figlio gravemente malato, una figlia disoccupata e una madre anziana e disabile: la signora V., unica, con il proprio lavoro, a portare uno stipendio a casa, ha vissuto il dramma del pignoramento non solo facendo i conti con il proprio destino, ma anche con quello delle tre persone di cui deve prendersi cura. Perdere la casa all’asta, per questa famiglia, avrebbe significato essere inghiottita dalle difficoltà,

e non avrebbe risolto la questione dei debiti, che ammontavano a circa 785 mila euro. La svendita della casa all’asta, infatti, non avrebbe consentito il saldo del debito, e alla cifra mancante si sarebbe aggiunta quella di onerose spese legali. Ma quando tutto sembrava perduto, la storia della signora V. ha avuto la sua svolta positiva: «Ho incontrato l’aiuto di persone che mi hanno dato la possibilità di ricominciare, vendendo la casa senza farla andare all’asta, e facendomi uscire pulita dai miei problemi. Queste persone affidabili, preparate e di cuore sono i professionisti di SalvaCasa».

 

La donna racconta la sua esperienza: «All’inizio ero diffidente, perché lo sono di natura. Pensavo che non fosse possibile che delle persone si occupassero di me. Invece mi sono ricreduta: SalvaCasa mi ha dato la possibilità di ricominciare da capo, entrando in una casa nuova. Si è occupata di tutto: documenti, procedure, trattative, e hanno fatto tutto gratuitamente. Consiglio SalvaCasa alle persone che sono perse, che non hanno nessuno a cui appoggiarsi e che non sanno come muoversi. A tutte le persone che sono travolte dai problemi e hanno bisogno di un supporto».

 

Così l’amministratore della società benefit Cesare Rosati: «Quello della signora V. è stato un caso particolarmente complesso, ma siamo riusciti ad aiutarla. Lo scopo di SalvaCasa, società benefit, è quello di restituire dignità alle persone, e ora questa donna, che all’inizio era spaventata dalla situazione in cui si trovava, potrà riprendere in mano la sua vita. Le abbiamo trovato una nuova casa, che avesse tutti gli spazi adatti alla sua famiglia; abbiamo organizzato per lei il trasloco e pagato i primi tre mesi di affitto. Abbiamo cancellato interamente il suo debito, e le abbiamo riconosciuto un guadagno di 35.000 euro. Dal dramma del pignoramento, quindi, questa famiglia ha guadagnato una somma di denaro che le permetterà ora di ricominciare a vivere dignitosamente in una nuova casa. Inoltre, la fedina finanziaria della signora V. adesso è completamente pulita, e la sua posizione debitoria è totalmente chiusa».

 

SalvaCasa opera gratuitamente in tutta Italia: salva le case dall’asta acquistandole prima della vendita forzata, cancella i debiti, pulisce la fedina finanziaria e procura un guadagno in termini economici. Un progetto etico, utile e, come lo definisce la signora V., «fondamentale per ripartire».

Redazione

Corriere dell’Economia è il portale informativo che ospita articoli di interesse settoriale e territoriale per operatori economici, enti e istituzioni che desiderano comunicare ai loro pubblici i contenuti inerenti la propria attività e organizzazione.