Navi da crociera: Fincantieri, accordo con Ponant

Il gruppo industriale italiano fornità ai francesi due imbarcazioni per crociere nel sud del Pacifico. Stazza di 11 mila tonnellate e capienza di 230 passeggeri ciascuna

Accordo tra Fincantieri e l’armatore francese Ponant, società controllata dal gruppo Artemis (holding company della famiglia Pinault). Prevede la fornitura di due navi da crociera di nuova generazione per un valore della commessa pari a 300 milioni, con opzione per realizzare una terza nave gemella. Le due imbarcazioni saranno l’evoluzione della classe ‘Ponant Explorers’, opereranno nel sud del Pacifico per ‘Paul Gauguin Cruises’. La consegna è prevista tra tre anni, nel 2022. Avranno stazza lorda di 11 mila tonnellate e potranno ospitare 230 passeggeri ciascuna.

Per Ponant, Fincantieri ha già realizzato quattro unità ad Ancona: Le Boréal, L’Austral, Le Soléal e Le Lyrial, consegnate nel 2010, nel 2011, nel 2013 e nel 2015. Vard, società norvegese controllata da Fincantieri, ha realizzato quattro unità della classe ‘Ponant Explorers’ e consegnerà le ultime due nel 2020. Vard, poi, consegnerà anche ‘Le Comandant Charcot’, prima nave da crociera artica ibrido-elettrica, alimentata e Lng, a Ponant nel 2021.

“Le nuove navi saranno costruite adottando le più avanzate tecnologie, caratterizzate dall’apparato-batterie più grande nel comparto, che consentirà operazioni senza fumo all’ancora, nei porti e nelle aree sensibili sotto il profilo ecologico”. Jean Emmanuel Sauvée, ceo di Ponant, ha commentato: “Siamo lieti di continuare la nostra storica collaborazione con Fincantieri. Questo accordo per altre due navi ci consente di sviluppare il marchio Paul Gauguin, acquisito alcune settimane fa, e consolida la nostra posizione di leader mondiale nel segmento luxury expedition. Per la prima volta nel mondo della crocieristica, queste due nuove navi spegneranno i motori e cesseranno tutte le emissioni ogni giorno durante ogni sosta, per quasi dieci ore al giorno. Navi di capacità contenuta e all’avanguardia tecnologicamente e sotto il profilo della salvaguardi ambientale: questo progetto rispecchia pienamente la nostra filosofia di un turismo ecosostenibile”.

L’amministratore delegato di Fincantieri, Giuseppe Bono, ha aggiunto: “La conferma della collaborazione con un operatore vivace come Ponant, con il quale arriveremo a 13 unità complessive, per un progetto di nuova generazione e fortemente ispirato alla tutela dell’ambiente, non può che essere accolta con grande soddisfazione”.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.