Rieti, al via “Sport in Famiglia”

Dal 18 al 20 ottobre il centro storico di Rieti sarà invaso da più di 1000 ragazzi

rieti

E’ stata presentata questa mattina, presso la Sala Consiliare del Comune di Rieti, alla presenza del Consigliere comunale delegato alla scuola, Letizia Rosati, del Consigliere comunale delegato allo sport, Roberto Donati, dell’assessore ai servizi sociali, Giovanna Palomba, dell’organizzatore Fabio Bertolacci delegato Regionale Lazio della Federazione Italiana Motonautica, e della Preside Stefania Santarelli, la prima edizione reatina di “Sport in Famiglia”, realizzata da Csr Promotion e dalla Sport Delivery, con la collaborazione del Comune di Rieti e di numerose associazioni, federazioni e l’ente di promozione sportiva OPES. “Sport in Famiglia” gode del patrocinio della Regione Lazio e del Coni Regionale. Alla presentazione hanno partecipato anche la delegata dell’Ufficio Scolastico Provinciale, Laura Spagnoli, e il Delegato del CONI Provinciale, Luciano Pistolesi.

Il grande evento, che da anni si tiene nella Capitale, arriverà a Rieti dal 18 al 20 ottobre e rappresenterà una grande palestra a cielo aperto, dove socializzare, praticare sport, scoprire entusiasmanti attività e assistere a suggestive dimostrazioni. Rieti vivrà una manifestazione eccezionale a cui si potrà accedere gratuitamente per provare oltre 25 discipline sportive con l’assistenza di istruttori federali e personale qualificato: Surf, Vela, Motonautica, Paracadutismo, Pallavolo, Scherma, Scacchi, Danza, Rugby, Arrampicata, Squash, Biliardino, Tennis da tavolo, Golf, Pattinaggio, Pallacanestro, Baseball, Zumba Fitness, Arti Marziali, Calcio, Squash, Tiro con l’Arco, Hockey su prato, Badminton, Calcio Biliardo, Beach Volley, Tiro a segno, Tiro al volo e tanto altro.

L’evento interesserà il Centro storico di Rieti, in particolare Piazza Cesare Battisti, Largo Alfani e Piazza Vittorio Emanuele II. Inoltre, grazie al protocollo d’intesa relativo al “Percorso per le competenze trasversali e per l’orientamento” sottoscritto con il Liceo “Jucci”, oltre 150 alunni parteciperanno attivamente alla realizzazione e all’organizzazione dell’evento. Il progetto, strutturato in due diverse fasi, ha visto un primo step formativo realizzato nel plesso scolastico e un altro pratico che li vedrà impegnati e coinvolti in prima linea al fianco degli organizzatori.  E’ prevista la partecipazione di 1.000 alunni delle scuole primarie e secondarie.

Giulia Spalletta