E-commerce in Umbria: Perugia 2° per numero di addetti in Italia

Negli ultimi cinque il commercio elettronico in regione è cresciuto addirittura del 1.464,9 per cento

E-Commerce

L’e-commerce in Umbria ha numeri importanti. Secondo l’elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, nella regione ci sono 2.629 addetti totali nelle imprese che si occupano di commercio elettronico. Nell’ultimo quinquennio l’aumento è stato addirittura del 1464,9%. Perugia spicca nel panorama nazionale, con 2.547 addetti coinvolti nel 2019, seconda solamente a Milano, che ne conta 4.635. A seguire ci sono Roma (2.390) e Napoli (2 mila). Le imprese a Perugia sono 204 (24esima provincia in Italia), sette in più rispetto a dodici mesi prima.

Male l’altra provincia umbra, ossia Terni, con appena 82 addetti nell’e-commerce (però sono11 in più rispetto al 2018), le imprese nel Ternano sono 78. All’inizio del quinquennio, le aziende umbre coinvolte nell’e-commerce erano appena 168. Nessun’altra regione italiana ha fatto segnare un incremento così rilevante.

In totale, l’e-commerce italiano vale 44 miliardi di euro, con una crescita del 12 per cento rispetto al 2018. I settori che più pesano sono il turismo (12 miliardi) e il tempo libero (11,8 miliari di euro): insieme coprono il 54 per cento dell’intero fatturato delle web economy nostrana. A dare una decisa spinta al commercio elettronico è stato l’uso dello smartphone sempre più frequente: da qui transita più di un terzo del fatturato totale.

Un esempio per tutti è proprio il turismo, che dal 2007 al 2016 si era dimezzato, prima di denotare una grande ripresa, con fatturato quasi triplicato nel 2017, per 10 miliardi di euro complessivi. Oggi siamo a 12 miliardi di euro (+345% rispetto al 2016).

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.