Daniele Quadrelli: come diversificare la vendita di attrezzature per l’agricoltura introducendo nel negozio un distributore automatico di pellet

Inaugurato il 27 settembre, alla presenza del sindaco Nicola Poliseno, un DAB (distributore automatico di biomasse sfuse) a Cassano Magnago, in provincia di Varese.

Spinta verso l’innovazione, investimento nel mercato del pellet, politica green: tutti concetti che stanno alla base del primo distributore automatico di biomasse sfuse, il DAb, la cui diffusione è in pieno aumento. Lorenzo Guglielmetti, l’imprenditore lombardo che l’ha lanciato da qualche mese, così commenta: «Il distributore automatico di biomasse sfuse costituisce un business innovativo che sta dando i primi grandi risultati: la richiesta del DAb da parte di imprenditori e commercianti è aumentata notevolmente, sono molto soddisfatto perché la mia visione orientata alla green economy si è rivelata giusta».

E a riprova della bontà del business, il 27 settembre scorso è avvenuta l’inaugurazione a Cassano Magnago del terzo DAb in provincia di Varese. Il proprietario, Daniele Quadrelli, già titolare del negozio Il Nano del Giardinaggio, davanti a una folla di clienti e al sindaco del paese, Nicola Poliseno, ha “tagliato il nastro” della nuova macchina che servirà Cassano e i paesi limitrofi. «L’idea di installare un DAb – illustra Quadrelli – è partita da un mio interesse per l’ecologia. La possibilità di poter sviluppare un investimento differente rispetto alla solita vendita commerciale, vendendo pellet sfuso e limitando l’uso dei sacchetti di plastica, si sposa bene con il concetto di rispetto dell’ambiente. In questi ultimi anni, vendendo motori elettrici nel mio negozio, ho capito che il cliente è predisposto verso il settore green. Il DAb mi dà la possibilità di servire i miei concittadini che vogliono acquistare poche quantità di pellet in maniera autonoma senza dover spendere grosse cifre in bancali. La comodità di poter comprarne solo un sacchetto alla volta è innegabile. Così è più semplice, immediato, conveniente e a km zero».

Il DAb ha un cuore green grazie al riciclo del packaging, ma non solo: può essere gestito da remoto attraverso un software, inoltre, in ottemperanza del Decreto Industria 4.0, chi lo installa beneficia dell’iperammortamento del 270% e l’investimento si ripaga in pochi mesi con la vendita del pellet.

All’inaugurazione non è mancata una figura di rilievo come quella del sindaco Nicola Poliseno che ha così commentato: «Il nostro paese è sensibile al tema dell’ecologia e attivo nella raccolta differenziata che si inserisce in un disegno ad ampio raggio dell’amministrazione da sempre attenta alla salvaguardia dell’ambiente. Dagli anni ‘90 siamo in testa alle classifiche dei comuni più green e all’interno delle scuole abbiamo studiato una serie di progetti di “green school”, come consumare meno, fare attenzione a spegnere le luci, promuovere la raccolta differenziata. Per quanto riguarda la nostra amministrazione ci sono anche due progetti importanti che stanno per partire: stiamo installando lampade led per tutta l’illuminazione pubblica e sostituendo le caldaie degli immobili comunali. Il DAb si inserisce perfettamente in questo contesto: è sicuramente innovativo e va incontro alle esigenze della cittadinanza, con un occhio di riguardo per l’ambiente».

 

SCOPRI DI PIÙ

Visita il Sito DAB Distributori

Redazione

Corriere dell’Economia è il portale informativo che ospita articoli di interesse settoriale e territoriale per operatori economici, enti e istituzioni che desiderano comunicare ai loro pubblici i contenuti inerenti la propria attività e organizzazione.