Silvia Chiassai: attraverso la scuola passa il rilancio dell’economia

La Provincia al servizio del territorio per creare una forte sinergia tra il mondo della scuola e le aziende del territorio

La Provincia al servizio del territorio per creare una forte sinergia tra il mondo della scuola e le aziende del territorio. Obiettivo della Presidente Silvia Chiassai Martini, è la definizione in maniera fattiva del fabbisogno reale occupazionale e la programmazione dell’offerta formativa in tutte le vallate del territorio.

L’iniziativa, che vede la stretta collaborazione della Camera di Commercio di Arezzo-Siena, delle Associazioni economiche di categoria, dell’ufficio scolastico territoriale di Arezzo e degli Istituti scolastici del territorio, è quella di mettere in collegamento la scuola superiore con il mondo del lavoro. Il mercato del lavoro si sta modificando e per capirlo è necessario quindi lavorare con serietà nella fase della programmazione scolastica.

Dalle rilevazioni statistiche di Camera di Commercio e dai dati forniti dalle associazioni di categoria, sono emerse le reali figure necessarie, le specifiche professionalità mancanti e che al momento la scuola non è in grado di fornire. Informazioni da veicolare al mondo della scuola affinché questa possa riprogrammarsi nel tempo e possa essere in grado di fornire ai giovani quella formazione e quelle competenze che richiede il mercato, per una collocazione più rapida nel mondo del lavoro.

Il percorso che la Provincia ha intrapreso è quello dunque di partire necessariamente dalle reali esigenze, ed orientare così le scelte dei soggetti istituzionalmente preposti a progettare nuovi percorsi scolastici con sbocchi professionali per i giovani; fattore questo che va a rafforzare le competenze fondamentali della Provincia nell’ambito della programmazione scolastica.

Per questo la Presidente Chiassai Martini ha già avviato un tavolo di lavoro ed il prossimo è in programma per venerdì 6 settembre presso la Sala dei Grandi della Provincia dove ha invitato i Sindaci dei comuni sedi di Istituti secondari di secondo grado, i Presidenti ed i referenti delle Conferenze Zonali per l’Istruzione, il Dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale, i Dirigenti scolastici degli Istituti Superiori, il Presidente della Camera di Commercio di Arezzo, e le Associazione di Categoria. Tutto questo darà l’opportunità di dare alle aziende figure specializzate da inserire, e al contempo ai giovani la reale possibilità immediata di lavoro nel territorio.

Giulia Spalletta