Arriva il bando per il verde pubblico: 2,5 milioni di euro per quattro anni

Pubblicato il bando di gara per l'appalto della manutenzione del servizio di gestione e manutenzione del verde pubblico urbano

follonica

L’amministrazione comunale di Follonica ha pubblicato la gara telematica a procedura aperta per l’appalto del servizio di gestione e manutenzione del verde pubblico urbano per un importo complessivo di circa 2.500.000 euro per una durata di quattro anni.

Oggetto principale dell’appalto è il servizio di manutenzione di tutto il verde orizzontale (prati in generale) e verticale (alberi, siepi e cespugli) con una serie di servizi di base finalizzati al controllo e verifica della fruibilità in sicurezza nelle varie aree urbane. Nell’appalto sono comprese anche le attività finalizzate alla tutela igienica nelle aree verdi e al decoro; inoltre ci sarà un importante novità che consiste nell’inserimento nel capitolato dell’eliminazione delle erbe dalle aree pavimentate e dai marciapiedi del centro urbano.

 

“Con la pubblicazione del bando di gara – dichiara il vice sindaco Andrea Pecorini – ci avviamo speditamente alla realizzazione di un piano incisivo per la manutenzione del verde, che comprenda giardini, aree esterne agli immobili comunali, spartitraffico, potature e altro ancora con l’obiettivo di poter restituire quanto prima alla città quell’ordine e quel decoro che le si addicono.

Oggi, infatti, dopo la conclusione anticipata dell’ultimo appalto del verde avvenuta a fine 2018 abbiamo una situazione del nostro verde urbano non sufficientemente decorosa perché purtroppo le piccole gare sotto soglia (fino a 40.000 euro), nonostante l’efficienza e la serietà delle ditte locali, non permettono di massimizzare la qualità del lavoro date le esigue risorse economiche in campo. Questo nuovo appalto di servizi per la gestione del verde ci permetterà, quindi, di raggiungere migliori performance in termini di qualità e di decoro.”

Il contratto sarà aggiudicato in base al criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa individuata sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo a fronte anche di una valutazione dell’offerta tecnica attribuita sostanzialmente sulla base di due specifici criteri:

  • proposta organizzativa per la gestione dell’appalto, per esempio: numero delle squadre operative previste, metodologie di inserimento lavorativo di persone svantaggiate o con disabilità, utilizzo di procedure per il miglioramento della sostenibilità ambientale e per la riduzione di materiale di risulta, riciclo e separazione dello stesso;
  • proposte aggiuntive di miglioramento sui servizi e quantità di base, per esempio: pulizia aggiuntiva dalle foglie ed aghi di pino a seguito di fenomeni meteorologici di rilevante intensità, ulteriori interventi di lotta alla processionaria, incremento delle superfici del verde d’immagine e rappresentanza, con fioriture stagionali.

“A breve, – continua Pecorini- ed in parallelo con l’aggiudicazione dell’appalto del verde, adotteremo un Regolamento del verde già elaborato nella scorsa consiliatura tramite il quale raggiungeremo l’importante obiettivo di fornire idonei strumenti per proteggere, valorizzare e rendere fruibile il più possibile le aree verdi della città.

L’affidamento del servizio di gestione e manutenzione del verde pubblico urbano è espletato in modalità interamente telematica sul Sistema Telematico Acquisti Regionale della Toscana, START, secondo la normativa vigente e offre l’opportunità di garantire e migliorare la sicurezza, la fruibilità e l’efficienza del verde pubblico, in particolare dei nostri parchi, giardini, alberi, prati, siepi, in una situazione di continuità per almeno i prossimi quattro anni”.

Giulia Spalletta