Armeria Tony: dove nascono le migliori carabine da tiro

L'armeria di Breno, in provincia di Brescia, guidata da Gian Antonio Quaglino (detto Tony) è specializzata nella fabbricazione, riparazione e personalizzazione di armi da competizione e da caccia, nuovi calibri e progetti ad hoc per le discipline sportive di Bench Rest e F Class dove Tony ha vinto numerosi titoli e realizzato diversi record del mondo

Bench Rest e F Class categoria Open o Ftr: tutte discipline sportive di tiro a lunga distanza sconosciute ai più ma che per Gian Antonio Quaglino (detto Tony) rappresentano una sfida quotidiana di lavoro e una passione personale che non si spegne mai. Quaglino è infatti molto di più di un imprenditore nel settore armi da tiro e caccia: la sua Armeria Tony Inc. di Breno, in provincia di Brescia, è infatti nata nel 2010 per colmare un vuoto nella realizzazione e personalizzazione di armi sportive specifiche per tiratori. Un’attività al 100% artigianale e tra le uniche in Italia (se ne contano una decina a oggi): all’interno della sua officina, Tony realizza infatti carabine di precisione per la caccia e soprattutto per discipline sportive collaborando con diverse squadre e partecipando personalmente con le sue armi alle competizioni sportive a livello sia nazionale che internazionale.  All’insegna del motto «Se non fanno boom non ci piacciono», Tony oltre ad essere un costruttore di armi, è infatti il primo utilizzatore dei suoi fucili sportivi: negli anni ha vinto numerosi titoli, realizzato diversi record del mondo e oggi è anche coach della nazionale italiana di F Class. Open

Un curriculum di tutto rispetto, quindi, che rappresenta un valore aggiunto per la sua armeria, diventata una realtà apprezzata da molti tiratori a livello nazionale e non solo. Al suo interno Tony fa tutto da solo: assembla, ripara e customizza carabine da tiro, realizzando prodotti affidabili, precisi e di qualità, con componenti di marchi leader nel settore e soprattutto personalizzati ed esclusivi secondo le esigenze del cliente. Ma perché Tony è richiesto dai tiratori di tutta Italia? «Perché ho vissuto in prima persona le gare, conosco le regole del gioco, le dinamiche di come, cosa e perché succede durante una competizione – spiega Tony che è stato anche pilota di rally -. È un lavoro minuzioso, ci vuole tempo e in questi anni ho assemblato  un centinaio di carabine. Del resto nel Bench Rest e nell’F Class  non esistono armi di serie, tutto è su misura: insieme al cliente si decide che “azione” utilizzare,  il calibro e , il tipo di calciatura da montare in base alla disciplina e il tipo di canna. Posso anche personalizzare un’arma già esistente con la messa a punto dello scatto, la sostituzione della canna il montaggio delle ottiche  il bedding, ovvero il processo per colmare lo spazio tra l’azione e il calcio  attraverso l’impiego di resine particolari».

In questi anni l’Armeria Tony si è distinta proprio per la sperimentazione e la messa a punto di innovazione nel campo del tiro con armi a canna rigata: «Ho sviluppato nuovi progetti di armi specifiche per le varie discipline e nuovi calibri come il “300 Blacktornado”, su progetto dell’ingegnere Zanoni Gianfranco, e il mio “284 Tony”, utilizzato da molti tiratori in ambito nazionale con tanto di argento vinto ai MondialiF Class in Canada nel 2017 da Gianfranco Zanoni – conferma Tony -. Rispetto ad altri fucili, la carabina nasce per sparare un proiettile solo e da sempre gli appassionati hanno concentrato i loro sforzi e la loro attenzione sulla ricerca alla perfezione balistica volta alla massima precisione».

Escludendo l’abilità del tiratore, nel Bench Rest il costruttore concentra infatti i suoi sforzi nella realizzazione di armi  capaci a sparare  5 colpi in un solo unico foro, più piccolo possibile. «Estremamente importante in questa disciplina sono la qualità e la perfezione delle armi e la ricarica delle munizioni finalizzate all’esprimere il massimo della precisione  – conclude Tony -. L’evoluzione dagli anni Cinquanta ad oggi ha visto il succedersi di armi, ottiche e cartucce ma carabina e calibri vanno perfezionati al meglio con lavorazioni artigianali ed estremamente sofisticate in quanto le armi e le cartucce in commercio non sono sufficientemente precise da garantire risultati apprezzabili nelle competizioni sportive».

SCOPRI DI PIÙ

Visita il Sito Armeria Tony

Leggi l’approfondimento Ansa Europei F-class: l’Italia a Bisley con le carabine customizzate dell’armeria Tony di Brescia

Redazione

Corriere dell’Economia è il portale informativo che ospita articoli di interesse settoriale e territoriale per operatori economici, enti e istituzioni che desiderano comunicare ai loro pubblici i contenuti inerenti la propria attività e organizzazione.