Osservatorio sul precariato: i dati dell’Umbria aggiornati ad aprile 2019

In calo le assunzioni a tempo indeterminato, sono invece in aumento rispetto a febbraio 2019 i contratti a termine

lavoro

Anche l’Osservatorio sul precariato è stato aggiornato ad aprile 2019. Partiamo con le assunzioni a tempo indeterminato per l’Umbria: a marzo 2019 sono state 1.084, a febbraio erano state 1.193, a gennaio 1.823. C’è stato dunque un calo di mese in mese, ma meno importante tra febbraio e marzo di quanto non lo sia stato tra gennaio e febbraio. Per le assunzioni a termine a marzo 2019 abbiamo avuto 2.634 nuovi contratti di lavoro contro i 2.485 di febbraio e i 2.878 di gennaio.

Eccoci alle assunzioni in apprendistato in Umbria: marzo 2019 578, febbraio 2019 506, gennaio 2019 592. Le assunzioni stagionali a marzo 2019 sono state 328, quasi il triplo rispetto a febbraio 2019 (114), molte di più di gennaio 2019 (186). Le assunzioni in somministrazione: marzo 2019 702 contro le 775 di febbraio 2019 e le 1.746 di gennaio di quest’anno. Assunzioni con contratto intermittente: marzo 2019 1.342, febbraio 2019 901, gennaio 2019 927. Per la prima volta quest’anno, dunque, è stato abbattuto il muro delle mille assunzioni.

Passiamo ad analizzare le variazioni contrattuali, sempre in Umbria. Da tempo indeterminato a contratti a termine, nel marzo 2019 ce ne sono stati 567, erano state 558 e 1.677 rispettivamente a febbraio e a gennaio. Da tempo indeterminato a stagionale, siamo a quota 4, erano stati 8 a febbraio e 5 a gennaio. Da tempo indeterminato a rapporto in somministrazione: 17 a marzo 2019, 18 a febbraio e 17 a gennaio 2019. Da tempo indeterminato a contratto intermittente: 20 a marzo 2019, 23 a febbraio 2019, 127 a gennaio 2019.

Sono diventati rapporti a tempo indeterminato da apprendistati 134 a marzo 2019, erano stati 126 a febbraio 2019, 113 a gennaio 2019. Non ci sono stati, invece, apprendistati diventati rapporti stagionali e neanche apprendistati diventati rapporti in somministrazione. Ora vediamo le cessazioni di rapporti di lavoro.

Cominciamo con i rapporti a tempo indeterminato: 1.419 cessazioni a marzo 2019, 1.256 a febbraio 2019, 1.342 a gennaio 2019. Cessazioni di rapporti a termine: 1.750 contro 1.602 e 2.327. Cessazioni di apprendistato: 259 a marzo 2019, 279 a febbraio 2019, 267 a gennaio 2019. Cessazioni stagionali: 127, prima 69 e prima ancora 219. Cessazioni di rapporti in somministrazione: 737, prima 742, a gennaio 2019 765. Di contratto intermittente: 938 a marzo 2019, 607 a febbraio 2019, 1.409 a gennaio 2019.

Infine, ecco i dati aggiornati sui nuovi rapporti di lavoro occasionale. Contratti di prestazione occasionale: 328 i rapporti, 91.910 l’importo lordo totale, 6.785 le ore lavorate a marzo 2019; a febbraio 2019 erano stati rispettivamente 292, 67.623 e 4.868, a gennaio 2019 rispettivamente 249, 56.582 e 4.116. Con libretto famiglia: 237, 56.470 euro lordi e 5.476 ore lavorate a marzo 2019, 241, 65.670 e 6.300 a febbraio 2019, 251, 87.410 e 7.977 a gennaio 2019.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.